Adiconsum: nel 2017 aperte a Modena 600 pratiche, recuperati 200 mila euro

Grazie all’Adiconsum Emilia Centrale, l’anno scorso i consumatori modenesi hanno recuperato complessivamente quasi 200 mila euro. Lo rende noto la stessa associazione consumatori della Cisl Emilia Centrale tracciando un bilancio dell’attività svolta nel 2017 a Modena e provincia. L’anno scorso gli sportelli modenesi di Adiconsum hanno aperto circa 600 pratiche, 470 delle quali di conciliazione paritetica relative alla telefonia con Tim, Windtre e Fastweb. «Il 99 p

Adele Chiara Cangini, responsabile Adiconsum Emilia Centrale

er cento delle conciliazioni telefoniche si è concluso positivamente per gli utenti, che hanno recuperato complessivamente 130 mila euro – afferma Adele Chiara Cangini, responsabile di Adiconsum Emilia Centrale e conciliatrice regionale per le controversie con le compagnie telefoniche – Le altre pratiche aperte nel 2017 riguardano attivazioni di servizi non richiesti, acquisto di auto nuove o usate, forniture di acqua, elettricità e gas, canone Rai, rottamazione cartelle esattoriali, problemi con finanziarie e mutui. Non si contano, invece, – continua Cangini – le risposte e i consigli forniti quotidianamente al telefono o via mail. Si tratta perlopiù di persone anziane cui è stata carpita la buona fede e che vogliono annullare contratti telefonici o acquisti conclusi fuori dai locali commerciali. Sono numerosi, infine, i consumatori che chiedono informazioni e supporto». La responsabile Adiconsum ribadisce il consiglio di non aprire la porta di casa agli sconosciuti, non fornire al telefono informazioni sui propri dati anagrafici, bancari, fiscali ecc., non gettare nella spazzatura bollette, estratti conto o altri documenti con dati personali senza prima averli tagliati in tanti pezzettini, segnalare alle proprie compagnie assicurative i foglietti di falsi incidenti trovati sui cruscotti della propria vettura.

2018-01-10T10:46:04+00:00