“Un patto regionale per la montagna”. Lo propone la Cisl Emilia Centrale che ha inaugurato la nuova sede di Castelnovo Monti

“La montagna può ripartire dal lavoro” è il messaggio di sintesi giunto dal convegno che ha preceduto l’inaugurazione della nuova sede della Cisl Emilia Centrale a Castelnovo ne’ Monti, al grattacielo di Isolato Maestà.
“Le priorità del lavoro in montagna sono quelle delle piccole e medie imprese artigianali, produttive e di servizio, ma anche dell’agricoltura con le sue produzioni tipiche, del patrimonio forestale e dei servizi pubblici per persone e le stesse imprese. Nelle scelte per la programmazione per la montagna non ci si potrà basare solo su criteri economici: il rilancio lo si potrà avere, in maniera coesa e di confronto, anche su temi complessi come il settore socioassistenziale” ha introdotto Luca Ferri, coordinatore della zona di Castelnovo Monti della Cisl Emilia Centrale.
“Se la comunità del territorio vuole mantenere la sua capacità attrattiva necessita di investimenti significativi – ha affermato Giorgio Graziani, segretario della Cisl Emilia-Romagna -. Tra le priorità, certo, spiccano investimenti sulla banda larga, ma anche quelli per i servizi alle persone per creare eccellenze. Alla politica oggi ricordiamo che le fusioni e le unioni dei Comuni sono elementi che rendono più forte la capacità di offrire sevizi di qualità. Le imprese, così, possono sentirsi sostenute nel lavorare, restare e investire”.
Per William Ballotta, segretario generale Cisl Emilia Centrale “Non può passare l’idea di una spoliazione del territorio montano. L’avere attrezzato a Castelnovo Monti una nuova sede della Cisl Emilia Centrale è la dimostrazione che, in questo territorio, si può vivere ed essere ‘centrali’, anche nel mondo del lavoro. Decisioni politiche per la montagna possono essere prese, ma occorre farlo assieme. Lo dimostra quanto già siglato in Regione col patto per il lavoro, ma riteniamo che, in Regione, si debba fare anche un patto per la montagna dove siano coinvolti tutti gli interlocutori. In questo senso anche il patto per il lavoro di Reggio Emilia aiuta: occorre farlo”.
Parlando di resilienza, “in montagna per ogni giovane al di sotto dei 14 anni, ci sono 2,5 persone ultra 65enni” ha ricordato il moderatore della giornata Pietro Ferrari “da qui la necessità di creare le condizioni per mantenere i giovani in montagna”.
Tra le risposte degli amministratori, per Luciana Serri, consigliere della Regione Emilia-Romagna e presidente della Commissione attività produttive: “L’obiettivo è contrastare l’indice di vecchiaia che caratterizza l’Appennino. Centrale per questo è il tema delle infrastrutture. Spiccano a sostengo delle imprese, come richiesto 250 milioni di euro di investimenti programmati in Regione per la banda ultralarga con risultati importanti entro i 2020, ma anche viabilità, innovazione, riqualificazione edilizia, energie alternative e formazione per le imprese”.
Di “necessità a collaborare con le parti sociali” ha parlato il sindaco di Castelnovo ne’ Monti, Enrico Bini, “ma anche dell’ipotesi di allargamento dell’Unione dei Comuni. Come Unione dell’Appennino diciamo sì all’ipotesi del patto sul lavoro, ma ricordiamo anche l’attuazione del tavolo per le Aree interne che, per altro, renderanno spendibili le risorse per la banda ultralarga nelle aree industriali, nelle scuole, nei municipi, nelle stazioni dei Carabinieri. E sempre con le Aree interne 8 milioni di euro saranno destinati ai caseifici”.
La giornata si è aperta con un minuto di silenzio a ricordo di Davide Tronconi, il fondatore della Cooperativa I Briganti del Cerreto recentemente scomparso mentre prestava attività di soccorso.

“Un patto regionale per la montagna”. Lo propone la Cisl Emilia Centrale che ha inaugurato la nuova sede di Castelnovo Monti 2017-10-23T14:15:04+00:00

Vertenza Vapor Europe Sassuolo: sindacati chiedono tavolo regionale e nazionale

Sulla Vapor Europe di Sassuolo occorre aprire un tavolo istituzionale almeno livello regionale, se non addirittura nazionale. Lo sostengono la rsu aziendale e le organizzazioni sindacali Fiom Cgil di Modena e Fim Cisl Emilia Centrale dopo l’incontro di ieri con il sindaco di Sassuolo Claudio Pistoni. (altro…)

Vertenza Vapor Europe Sassuolo: sindacati chiedono tavolo regionale e nazionale 2017-10-20T08:34:43+00:00

Polizia locale Terre Castelli: sindacati ribadiscono perplessità per uscita Vignola

Anche dopo la seconda audizione in commissione consigliare, i sindacati restano perplessi sull’ipotesi di uscita della polizia locale di Vignola dall’Unione Terre dei Castelli. Fp Cgil di Modena e Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale non sono affatto convinte della strada intrapresa dal sindaco Pelloni. (altro…)

Polizia locale Terre Castelli: sindacati ribadiscono perplessità per uscita Vignola 2017-10-19T13:31:49+00:00

Truffe e reati informataci: ne parlano in Cisl gli esperti Siulp della Polizia di Stato

 

La rete e il mondo di internet nascondono pericoli e insidie nei quali spesso cadiamo senza accorgercene. Per imparare a prevenire truffe e reati informatici e conoscere il significato di termini come social network, web, email,   Cisl Emilia Centrale, Anteas, Fnp Cisl Emilia Centrale, in collaborazione con il Siulp, il sindacato della Polizia di Stato, organizzano un ciclo di due conferenze dal titolo “Districarsi dalla rete” che si terranno presso l’auditorium del Centro congressi Simonazzi, in via Turri 55 a Reggio Emilia, martedì 24 ottobre e martedì 21 novembre alle ore 20.30.

Il primo incontro sarà tenuto da due esperti della polizia postale: Cosimo Matarrese, parlerà dei reati in generale e Mario Scarapellini approfondirà i reati informatici e le insidie della rete.

Le conferenze sono gratuite e aperte a famiglie, lavoratori, pensionati e a tutti coloro che vogliono imparare a navigare in rete in modo consapevole.

Truffe e reati informataci: ne parlano in Cisl gli esperti Siulp della Polizia di Stato 2017-10-19T08:16:53+00:00

Contratti commerciali indesiderati, truffe e raggiri: a Novellara una conferenza per imparare a difendersi

 

“Oggi, nel libero mercato, sempre più spesso i contratti commerciali e le pubblicità nascondono stratagemmi e sotterfugi per ingannare i consumatori e indurlo al cambio d’utenza: i nostri uffici raccolgono le segnalazioni, ma in maniera preventiva siamo chiamati a formare la popolazione con incontri sul territorio”. Commenta così, Adele Chiara Cangini, responsabile Adiconsum Cisl Emilia Centrale, il prossimo incontro che si terrà venerdì 20 ottobre, dalle ore 16.00 alle ore 18.30, presso Sala Papa Giovanni Paolo II.

Alcuni esempi di cui l’associazione a tutela dei consumatori si è occupata: in merito all’energia c’è il caso di una casalinga che, forte del contratto in mercato tutelato per l’energia (es. con Enel o Iren), ha ricevuto una chiamata in cui le si diceva che, per forza di cose, doveva cambiare contratto, perché il mercato tutelato sarebbe sparito entro fine anno. “Cosa che non è vera – spiega Massimo Rancati di Adiconsum – dato che il Ddl concorrenza, approvato di recente dal Governo, in realtà ha fissato la scadenza del mercato tutelato a giugno 2019”. Oppure c’è il caso di un pensionato vittima della cosiddetta “truffa del catalogo”, in cui all’ignaro è fatta firmare su carata copiativa una ricevuta di consegna, di un catalogo di mobili, che, in realtà sottoscrive un contratto che obbliga all’acquisto per migliaia di euro per più anni!

Ecco la necessità di formare consumatori consapevoli, spiegare il diritto di recesso e il cambio d’utenza dei contratti con questo incontro novellarese, promosso da Adiconsum, Anteas e Fnp Emilia Centrale, che ha per titolo ‘Contratti commerciali non richiesti, truffe e raggiri: come difendersi’”.

I relatori dell’incontro, in via Borsellino a Novellara, saranno Massimo Rancati e Patrizia Barletta dell’associazione Adiconsum, l’associazione dei consumatori promossa dalla Cisl. L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico, ripartizione 2015.

Contratti commerciali indesiderati, truffe e raggiri: a Novellara una conferenza per imparare a difendersi 2017-10-17T07:07:59+00:00

Vignola: Cgil e Cisl, l’uscita della polizia locale dall’Unione Terre di Castelli avrà conseguenze su tutti i dipendenti del Comune di Vignola

Rakel Wiliana Vignali (Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale)

Dopo la prima audizione in commissione consigliare del Comune di Vignola sull’ipotesi di uscita della polizia locale dall’Unione Terre dei Castelli, aumenta lo sconcerto dei sindacati di categoria di Cgil e Cisl sulla strada intrapresa dal sindaco Simone Pelloni. (altro…)

Vignola: Cgil e Cisl, l’uscita della polizia locale dall’Unione Terre di Castelli avrà conseguenze su tutti i dipendenti del Comune di Vignola 2017-10-16T09:41:05+00:00

Il mondo Cisl, Anteas, Ceis e Dora in aiuto a 100 famiglie in difficoltà in città

 

 Dare il proprio contributo e fare un atto di generosità. Anteas, Cisl Emilia Centrale e Ceis danno inizio a una colletta alimentare per raccogliere cibo e prodotti igienici per le persone in difficoltà.

Martedì 24, mercoledì 25 e giovedì 26 dalle 9.00 alle 10.00 e dalle 15.00 alle 16.00, infatti, presso la sala Rossi della sede Cisl Emilia Centrale a Reggio Emilia, in via Turri 69, i volontari di Anteas raccoglieranno beni alimentari come carne in scatola, caffè, pasta, riso, detersivi e saponi per sostenere due progetti di distribuzione alimentare. Una cinquantina di famiglie in difficoltà del quartiere (aiutate da Anteas, Cisl Emilia Centrale e Ceis), un’altra cinquantina di famiglie saranno aiutate da Dora, l’emporio solidale di Reggio gestito da Dar Voce, il Centro servizi per il volontariato che di via Trento Trieste; di fatto un minimarket dove le persone disagiate possono fare la spesa gratuitamente e accedere a corsi di formazione per trovare un nuovo impiego.

“In questo modo – commenta Andrea Sirianni, segretario di Cisl Emilia Centrale –  speriamo di offrire un contributo concreto per la coesione sociale, da sempre un elemento essenziale per la tenuta dei nostri territori poiché anche nella provincia sono tante le famiglie che faticano ad arrivare a fine mese e a cui mancano i beni di prima necessità”.

Il mondo Cisl, Anteas, Ceis e Dora in aiuto a 100 famiglie in difficoltà in città 2017-10-16T08:14:17+00:00

“Sottobraccio a spasso per la città”: lunedì 16 ottobre pensionati, immigrati e studenti conoscono Modena e si confrontano

L’hanno chiamata “Sottobraccio a spasso per la città” la camminata per le vie del centro storico di Modena promossa lunedì prossimo 16 ottobre dai sindacati pensionati di Cgil Cisl e Uil (altro…)

“Sottobraccio a spasso per la città”: lunedì 16 ottobre pensionati, immigrati e studenti conoscono Modena e si confrontano 2017-10-13T15:22:04+00:00

“Immigrazione, una storia diversa”: dati e proposte da seminario Cgil Cisl Uil

Domenico Chiatto, responsabile politiche immigrazione segreteria Cisl Emilia Centrale, interviene al seminario di stamattina

Si è svolto stamattina a Modena il seminario promosso da Cgil Cisl Uil sul tema “Immigrazione: una storia diversa. Lavoro, inclusione partecipazione per una convivenza democratica e solidale”, iniziativa che apre il nutrito programma del Festival della Migrazione, in programma a Modena dal 20 al 22 ottobre. (altro…)

“Immigrazione, una storia diversa”: dati e proposte da seminario Cgil Cisl Uil 2017-10-13T14:50:58+00:00

Immigrazione: domani a Modena seminario e laboratorio su migranti, lavoro e ius soli

foto di Barbara Pasquariello per Coopattiva

Un seminario con esperti di livello nazionale e un laboratorio guidato per studenti e delegati sindacali. Cgil Cisl Uil dedicano una giornata a riflettere sull’immigrazione tra lavoro, inclusione e partecipazione per una convivenza democratica e solidale. (altro…)

Immigrazione: domani a Modena seminario e laboratorio su migranti, lavoro e ius soli 2017-10-12T12:05:26+00:00