Martini sas Concordia: dopo sciopero di ieri, azienda si impegna a pagare stipendi e trovare acquirente

Sciopero ieri mattina alla Martini sas di Concordia per chiedere garanzie sulla continuità produttiva e occupazionale, oltre che sulla regolare corresponsione della mensilità di ottobre. L’azienda, lo ricordiamo, si trova in concordato preventivo in continuità dallo scorso mese di luglio. (altro…)

Martini sas Concordia: dopo sciopero di ieri, azienda si impegna a pagare stipendi e trovare acquirente 2017-11-07T10:11:21+00:00

Vapor Europe: incontro in Regione, vertenza approda a Ministero Sviluppo economico

Il presidio dei lavoratori Vapor Europe davanti alla Regione

Si è svolto l’altro ieri l’incontro in Regione Emilia-Romagna per la vertenza Vapor Europe di Sassuolo. Erano presenti i rappresentanti di Fiom Cgil e Fim Cisl, la rsu, i rappresentanti della direzione aziendale, l’assessore regionale Palma Costi e il sindaco di Sassuolo Claudio Pistoni. (altro…)

Vapor Europe: incontro in Regione, vertenza approda a Ministero Sviluppo economico 2017-10-28T15:37:06+00:00

Vertenza Vapor Europe Sassuolo: sindacati chiedono tavolo regionale e nazionale

Sulla Vapor Europe di Sassuolo occorre aprire un tavolo istituzionale almeno livello regionale, se non addirittura nazionale. Lo sostengono la rsu aziendale e le organizzazioni sindacali Fiom Cgil di Modena e Fim Cisl Emilia Centrale dopo l’incontro di ieri con il sindaco di Sassuolo Claudio Pistoni. (altro…)

Vertenza Vapor Europe Sassuolo: sindacati chiedono tavolo regionale e nazionale 2017-10-20T08:34:43+00:00

Rsu: alla Bertazzoni eletti, dopo dieci anni, due delega ti Fim per la contrattazione decentrata

 

Nel rinnovo delle Rsu, affermazione della Fim presso l’azienda Bertazzoni di Guastalla, eccellenza reggiana che opera da anni nel settore dell’arredo, fabbrica cucine e apparecchi da cottura e commercializza in tutto il mondo. Tornata a proporre a distanza di 10 anni una propria lista, la Fim Cisl Emilia Centrale, la federazione cislina dei metalmeccanici, presentava quattro candidati alla Rsu, organo di rappresentanza dei sindacati unitari, e ne ha eletti due. Questo grazie al voto di oltre il 40% dei 226 dipendenti dell’azienda. Grande soddisfazione viene espressa dai vertici della Fim Cisl : “Auguro buon lavoro alle nuove Rsu – afferma Giorgio Uriti, segretario generale -: a loro il compito di rappresentare i colleghi nelle discussioni e nelle contrattazione decentrata nei confronti con la direzione aziendale. Il nostro obiettivo è mettere al centro il lavoratore, oltre che naturalmente il lavoro” .

Rsu: alla Bertazzoni eletti, dopo dieci anni, due delega ti Fim per la contrattazione decentrata 2017-10-12T06:23:54+00:00

Glem Gas: mancato accordo sul licenziamento della lavoratrice

Nessun accordo tra le parti, la vertenza proseguirà sul piano legale. Questo l’esito del tentativo di conciliazione obbligatorio sul licenziamento della lavoratrice di Glem Gas, svoltosi ieri all’Ispettorato territoriale del Lavoro di Modena. In occasione dell’incontro un folto presidio di metalmeccanici di Fiom e Fim, insieme ai lavoratori Glem Gas in sciopero per tutta la mattinata, ha portato il proprio sostegno a Eva Rosa Colella, la lavoratrice licenziata. Dopo aver esaminato le motivazioni del licenziamento e ribadite le reciproche posizioni, si è tentato di trovare soluzioni alternative al mancato accordo con una proposta di rinvio. Per la lavoratrice e i sindacati il rinvio poteva essere condiviso se finalizzato al ritiro della procedura e all’immediato ritorno in azienda della lavoratrice. Viceversa, da parte aziendale è emerso che il rinvio aveva il solo scopo di prendere tempo e dare alla lavoratrice la possibilità di ricollocarsi presso altre imprese e valutare soluzioni economiche. Fiom Cgil di Modena e Fim Cisl Emilia Centrale, unitamente alla rsu e ai lavoratori di Glem Gas, valutano negativamente l’esito dell’incontro e giudicano grave la mancata volontà aziendale di sedersi a un tavolo per affrontare gli eventuali problemi di Glem Gas, ritirando da subito la procedura di licenziamento. Le segreterie di Fim Cisl Emilia Centrale e Fiom Cgil Modena hanno già chiesto un incontro urgente a Confindustria non solo per affrontare il caso della lavoratrice in questione, ma anche per ragionare in termini più generali su licenziamenti effettuati con queste modalità e che rischiano di diventare prassi. Nei prossimi giorni, intanto, la rsu di Glem Gas valuterà come proseguire le iniziative di mobilitazione.

Glem Gas: mancato accordo sul licenziamento della lavoratrice 2017-10-02T10:54:15+00:00

Glem Gas: oggi nuovo sciopero per il ritiro del licenziamento dell’operaia

Continua la mobilitazione alla Glem Gas di S. Cesario sul Panaro in difesa della lavoratrice licenziata il 12 settembre, licenziamento che lavoratori, Fim Cisl Emilia Centrale e Fiom Cgil di Castelfranco Emilia giudicano del tutto ingiustificato. Dopo gli scioperi della settimana scorsa, anche oggi – giovedì 21 settembre – i lavoratori si sono fermati per un’ora (dalle 16 alle 17), con assemblea sindacale davanti ai cancelli dell’azienda per fare il punto della situazione in vista della convocazione della lavoratrice in Dtl (Direzione territoriale del Lavoro) il prossimo 28 settembre.

Glem Gas: oggi nuovo sciopero per il ritiro del licenziamento dell’operaia 2017-10-02T09:21:24+00:00