Il valore del fare sindacato: settore sanitario, riconquistato l’integrativo aziendale

Dopo la disdetta unilaterale della contrattazione integrativa dello scorso 28 settembre da parte delle Centrali cooperative (Confcooperative e Legacoop) i sindacati riconquistano l’integrativo provinciale per  per il settore socio-sanitario-assistenziale-educativo e di inserimento lavorativo .

Fp Cgil, Fisascat Cisl Emilia Centrale, Cisl Fp Emilia Centrale e Uil Fpl  di Reggio Emilia il 22 gennaio hanno infatti siglato con le controparti un’ipotesi di accordo che nelle prossime settimane passerà al vaglio dei lavoratori.

Il percorso di mobilitazione messo in campo dalle Organizzazioni sindacali e dai lavoratori ha portato nei mesi scorsi alla riapertura del tavolo delle trattative avviando un  faticoso e complesso confronto che si è concluso con un’ipotesi di accordo che dovrà essere valutata dai lavoratori attraverso le assemblee sindacali. Assemblee che saranno svolte già a partire dai prossimi giorni.

Tra le novità dell’ accordo c’è innanzitutto che  si tratta di un accordo più inclusivo in quanto verrà applicato nella sua interezza non soltanto ai lavoratori con assunzione diretta da parte delle cooperative del settore, ma anche ai lavoratori assunti da agenzie interinali.– spiegano Fp Cgil, Fisascat Cisl, Cisl Fp e Uil Fpl  –  Inoltre, è stata ripristinata interamente la parte normativa. Per quanto riguarda la parte economica il cosiddetto Ert è stato oggetto di numerosi incontri e lunghi confronti dove alla fine si è trovata una sintesi che sarà oggetto delle assemblee sindacali messe in campo”.

Le Organizzazioni sindacali sottolineano infine l’importanza della contrattazione come strumento essenziale per migliorare le condizioni dei lavoratori.

 

Il valore del fare sindacato: settore sanitario, riconquistato l’integrativo aziendale 2018-01-24T16:59:04+00:00

Commercio: sindacati chiedono a sindaco Modena proposta confronto autoregolamentazione aperture festive

Alessandro Martignetti (Fisascat Cisl Emilia Centrale)

«Rilanciamo al sindaco di Modena Muzzarelli la proposta di farsi promotore di un tavolo di confronto che coinvolga tutte le parti sociali – organizzazioni sindacali, associazioni di categoria e dei consumatori – per affrontare il tema delle liberalizzazioni e della situazione della distribuzione commerciale del territorio, con l’obiettivo di trovare un accordo di autoregolamentazione come quello che ha prodotto risultati positivi nel nostro territorio negli ultimi anni, in attesa di un auspicabile, quanto necessario, intervento legislativo». (altro…)

Commercio: sindacati chiedono a sindaco Modena proposta confronto autoregolamentazione aperture festive 2017-10-30T09:08:29+00:00

Concerto Vasco Rossi: regolare contratto per lavoratori Best Union

I rappresentanti Best Union e i sindacati firmano il contratto. La prima da sinistra è Pascale Milone (Fisascat Cisl Emilia Centrale)

È stato firmato ieri dai sindacati Filcams Cgil Modena, Fisascat Cisl Emilia Centrale e Uiltucs Uil Modena e Reggio Emilia, con la presenza di Cgil Cisl Uil confederali, l’accordo con Best Union, la società che ha in affidamento i servizi di accoglienza, biglietteria, controllo accessi e steward di Modena Park, il grande concerto che Vasco Rossi terrà il 1° luglio a Modena. (altro…)

Concerto Vasco Rossi: regolare contratto per lavoratori Best Union 2017-06-20T10:23:54+00:00

Sociale: primo integrativo aziendale alla cooperativa Gulliver di Modena

È stato firmato il primo contratto integrativo aziendale di Gulliver, la cooperativa sociale di Modena che si occupa di anziani, minori, disabili, integrazione, disagio e trasporti sociali. L’accordo è stato sottoscritto tra Fp Cgil Modena, Fisascat Cisl Emilia centrale, Uil Fpl, rsa aziendali e la direzione della cooperativa dopo otto mesi di confronto. (altro…)

Sociale: primo integrativo aziendale alla cooperativa Gulliver di Modena 2017-04-21T15:12:50+00:00

Fisascat Cisl Emilia Centrale: confermato il segretario Gobbi “Aperture domenicali da (auto)regolamentare”

Alleati nel rivendicare una regolamentazione (su base autonoma) delle aperture domenicali. L’annuncio al congresso Fisascat Emilia Centrale è la Federazione di categoria Cisl che rappresenta i lavoratori del settore terziario, nella provincia di Modena e Reggio Emilia con oltre 6800 iscritti, dove è avvenuta la rielezione di Enrico Gobbi segretario generale, al quale sono intervenuti la vicepresidente nazionale di Confcommercio Donatella Prampolini, a fianco dei segretari generali Michele Vaghini (Fisascat Emilia Romagna), William Ballotta (Cisl Emilia Centrale) e del segretario nazionale Fisascat Davide Guarini .

Assieme a Enrico Gobbi, i delegati hanno eletto Monica Guida e Alessandro Martignetti  per completare la segreteria.

“E’ facile – ha denunciato Gobbi nel suo intervento – per noi dire che quello delle deregolamentazioni sarebbe stato un boccone avvelenato. Le aperture domenicali, ad esempio, alienano le persone e, così, i centri commerciali della Gdo diventano generatori di mentalità consumistica che devasta l’armonia familiare”. Da qui l’impegno di Fisascat, Filcams, Uiltucs di avviare una proposta a Confcommercio e Confesercenti per l’autoregolamentazione delle aperture festive.

Nel corso della relazione il segretario ha dato diffusamente trattato il tema del rinnovo dei contratti del settore, ma anche le numerose problematicità in essere nelle diverse aziende reggiano modenesi nelle quali la Fisascat è presente.

“Continueremo, nonostante il difficile momento che stiamo attraversando, a vigilare sul commercio, sul turismo e nei servizi per tutelare i lavoratori che ogni giorno operano in settori così importante per la nostra economia” ha affermato il segretario Gobbi.

Fisascat Cisl Emilia Centrale: confermato il segretario Gobbi “Aperture domenicali da (auto)regolamentare” 2017-02-26T15:46:05+00:00