Eletti i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale nel comparto artigiano

Si sono svolte da metà maggio fino al 13 giugno le elezioni per eleggere i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale, che saranno in carica sul territorio provinciale per i prossimi anni.

Le consultazioni si sono svolte in 116 aziende (830 addetti complessivi) che operano nel settore artigiano, a maggioranza metalmeccanico (644 addetti), seguito dal comparto ceramica gomma-plastica (115 addetti) e legno-lapideo (71 addetti).Hanno votato 578 lavoratori esprimendo un voto favorevole alla presenza degli RLST per il 98,96%.

Un dato di partecipazione che è raddoppiato rispetto a quello del 2013 quando a votare furono meno di 300 persone – hanno spiegato Domenico Chiatto di Cisl Emilia Centrale, Ciro Maiocchi di Cgil Reggio Emilia e  Giancarlo Pelati di Uil Reggio Emilia – . A dimostrazione del fatto che le visite ispettive fatte in questi anni e la collaborazione con le aziende che abbiamo messo in campo per sanare le irregolarità riscontrate hanno pagato”.

Nei passati sei anni gli Rlst hanno fatto visita a 1.138 aziende su 4.220, circa 300 aziende l’anno, con una media di circa quattro dipendenti ciascuna.  Il ruolo delle Rlst, come previsto dal Decreto 81 in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, ha favorito in questi anni una maggiore attenzione a tutti quei parametri che risultano fondamentali per la sicurezza di chi lavora.

Ci troviamo in un settore, quello artigiano, che a differenza di quello industriale ha basse probabilità di produrre incidenti mortali o molto gravi. Ciò che capita maggiormente sono schiacciamenti, cadute e tagli  – hanno spiegato i sindacalisti insieme agli Rlst eletti che hanno partecipato alla conferenza stampa – questo in particolar modo perchè è un settore in cui ci sono pochi lavoratori specializzati ed esperti e la variabilità occupazionale è molto più bassa rispetto all’industria. La presenza di rappresentanti per la sicurezza, interni o territoriali, fa da stimolo a migliorare laddove ce n’è bisogno”.

Una situazione dunque, quella fotografata, di un settore che si muove tra  irregolarità non sostanziali in cui la maggior parte delle volte c’è la volontà di collaborare per sanare gli aspetti che risultano inidonei alla sicurezza di chi lavora.

Probabilmente una delle “pecche” maggiori che abbiamo rilevato è quella relativa allo svolgimento dei corsi di formazione proprio sulla sicurezza – concludono   – , il cui costo è a carico aziendale e che vanno dalle 4 alle 12 ore a seconda del rischio comportato dal proprio lavoro”.

Gli Rlst eletti, 9 in tutto di cui 2 donne, continueranno nei prossimi anni a vigilare sulla sicurezza nelle aziende artigiane del nostro territorio (4.230 imprese in Provincia con circa 16.650 addetti – di cui 9.500 metalmeccanici).

 

Eletti i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale nel comparto artigiano 2018-06-19T18:17:34+00:00

Comune Modena: premi ai dipendenti, ok all’accordo

Con la firma dell’intesa per la distribuzione del premio di produttività e delle altre voci di salario accessorio ai dipendenti, il Comune di Modena nel mese di luglio metterà in pagamento i premi per una cifra complessiva di due milioni e 930 mila euro. (altro…)

Comune Modena: premi ai dipendenti, ok all’accordo 2018-06-19T10:19:25+00:00

Moro, 40 anni fa ma così attuale: la Cisl a Reggio lo ricorda venerdì 22 con la Furlan, Bonaccini, l’ex ministro Fioroni e Castagnetti

 

Anna Maria Furlan, segretaria generale della Cisl, l’ex ministro Giuseppe Fioroni, il governatore della regione Stefano Bonaccini e il giornalista Damilano. Sono i relatori chiamati a Reggio Emilia a ricordare venerdì 22 giugno “Aldo Moro e il suo essere coraggioso, un eroe del nostro tempo da indicare ai giovani come modello positivo di impegno civile e morale per una società migliore”, così come lo ricorda la Cisl. La Fnp Cisl Emilia Romagna assieme alla Cisl Emilia-Romagna annunciano l’iniziativa sullo statista italiano, in programma per venerdì 22 giugno alle ore 10:00, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, in viale Antonio Allegri 9 di Reggio Emilia. In quest’occasione verrà ricordato il grande statista rapito dalle Brigate Rosse il 16 marzo 1978 in via Fani e ritrovato senza vita, 55 giorni dopo, in via Caetani a Roma.

 

Attraverso un viaggio nella memoria personale e collettiva del politico, uomo di grande fede, marito e padre amorevole, e con l’aiuto delle sue carte personali finora inedite, sarà ripercorso uno dei periodi più drammatici della storia italiana e di Reggio Emilia.

 

Dopo i saluti istituzionali da parte di Luca Vecchi, sindaco di Reggio, Giorgio Graziani, segretario generale Cisl Emilia-Romagna e Loris Cavalletti, segretario generale Fnp Cisl Emilia-Romagna all’incontro dal titolo “Aldo Moro: punto irriducibile di contestazione e alternativa” interverranno: il giornalista e direttore dell’Espresso Marco Damilano, che parlerà del suo ultimo libro che tratta sul caso Moro, dal nome “Un atomo di verità”, la segretaria generale Cisl Anna Maria Furlan, il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini e i politici Pierluigi Castagnetti e Giuseppe Fioroni.

Moro, 40 anni fa ma così attuale: la Cisl a Reggio lo ricorda venerdì 22 con la Furlan, Bonaccini, l’ex ministro Fioroni e Castagnetti 2018-06-19T09:02:41+00:00

Immigrazione: riapertura Cpr Modena, per sindacati polizia servono 60 uomini

Devono essere almeno sessanta gli uomini inviati a Modena in vista della riapertura del Cpr (Centro per il rimpatrio). Lo affermano i sindacati di polizia dopo la notizia, diffusa a livello locale e nazionale, che il neo ministro degli Interni Salvini invierà a Modena circa trenta uomini per rendere concreta tale riapertura. (altro…)

Immigrazione: riapertura Cpr Modena, per sindacati polizia servono 60 uomini 2018-06-15T11:29:40+00:00

Fabio Bertoia è il nuovo segretario di Cisl Fp Emilia Centrale. Con lui e Patrizia De Cosimo eletto Gennaro Ferrara

Fabio Bertoia, 47 anni, di Reggio Emilia laureato in Geologia, in precedenza tecnico al servizio agricoltura della provincia di Reggio Emilia, e poi segretario in Cisl Fp con ruolo di coordinatore per gli enti locali, è il nuovo segretario di Cisl Fp Emilia Centrale.

Ieri pomeriggio, infatti, alla presenza del segretario generale nazionale della categoria, Maurizio Petriccioli, e del segretario generale regionale Roberto Pezzani, la segreteria Cisl Fp Emilia Centrale, che rappresenta oltre 4 mila lavoratori del mondo del lavoro di sanità e di assistenza pubblica e privata, agenzie fiscali ed enti pubblici si è rinnovata. Oltre al nuovo segretario Fabio Bertoia, che succede a Davide Battini (ora segretario regionale), sono stati eletti Patrizia De Cosimo e Gennaro Ferrara.

“Dobbiamo creare un laboratorio di nuove proposte per rinnovare la percezione del nostro sindacato – esordisce il nuovo segretario –. Siamo il primo sindacato della sanità reggiana, abbiamo vinto nell’ultima elezione della Rsu presso l’Azienda Usl di Reggio Emilia e cresciamo in numero anche tra gli enti locali. Ma proprio nel settore pubblico è necessario lavorare per cambiare l’idea scorretta che il dipendente pubblico non abbia voglia di lavorare e non s’impegni sul posto di lavoro. I pochi che sbagliano screditano ingiustamente tutta la categoria”.

“Un ulteriore punto su cui intendo lavorare – continua Bertoia – è il rinnovo del contratto nazionale. Vogliamo che i nostri rappresentanti interni abbiano nuovi strumenti, all’interno dell’ente pubblico, perché crediamo che i dipendenti, che lavorano quotidianamente all’utenza, siamo i primi a poter riconoscere le discrasie organizzative e a poter porvi rimedio. La contrattazione sarà uno strumento per fare innovazione all’interno delle stesse Pubblica Amministrazione.  Ci aspettano nuove importanti sfide nel futuro – conclude – e un profondo cambiamento della pubblica amministrazione e nel mondo dei servizi pubblici e privati sta avvenendo. I lavoratori pubblici – conclude sono una risorsa del Paese e il Sindacato deve mettere in campo tutte le sue forze e il suo senso di responsabilità, che l’ha da sempre contraddistinto, per i loro diritti”.

Fabio Bertoia è il nuovo segretario di Cisl Fp Emilia Centrale. Con lui e Patrizia De Cosimo eletto Gennaro Ferrara 2018-06-14T18:43:59+00:00

Memo (multicentro educativo Comune Modena): fallito tentativo conciliazione in prefettura

È fallito il tentativo di conciliazione esperito ieri alla prefettura di Modena tra le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Funzione pubblica, Csa e il Comune di Modena in seguito al preannuncio dello stato di agitazione delle lavoratrici e dei lavoratori del Memo (multicentro educativo). (altro…)

Memo (multicentro educativo Comune Modena): fallito tentativo conciliazione in prefettura 2018-06-14T09:31:13+00:00

Agricoltura: sospeso sciopero nazionale 15 giugno

È stato sospeso lo sciopero nazionale dell’agricoltura, proclamato per dopodomani – venerdì 15 giugno. Lo hanno deciso le segreterie nazionali di Fai Cisl Flai Cgil Uila Uil dopo aver ricevuto dalle controparti Confagricoltura, Coldiretti e Cia la proposta di riaprire le trattative per il rinnovo del ccnl operai agricoli e florovivaisti, interrotte nei giorni scorsi. (altro…)

Agricoltura: sospeso sciopero nazionale 15 giugno 2018-06-13T10:56:53+00:00