“Lavoro, diritti, stato sociale: la nostra Europa”. È questo lo slogan della manifestazione nazionale di Cgil Cisl Uil per la Festa dei lavoratori, che quest’anno si terrà a Bologna, una città che ha sempre fatto delle battaglie per il lavoro, l’integrazione, l’accoglienza, la difesa dei diritti di cittadinanza, di inclusione sociale e la legalità, i tratti distintivi della sua storia. Dal palco di piazza Maggiore i segretari generali di Cgil Cisl Uil Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo affronteranno il tema di come costruire l’Europa del lavoro, della solidarietà e della crescita partendo dal valore centrale della formazione, del diritto a un’istruzione per tutti e che non lascia indietro nessuno. Il concentramento del corteo è previsto alle 10 in piazza XX Settembre, per arrivare in piazza Maggiore dove alle 12 si terrà il comizio conclusivo dei segretari di Cgil Cisl Uil.
La scelta di Bologna per celebrare il 1° Maggio determina modifiche nelle iniziative modenesi che tradizionalmente si tenevano Modena e provincia, con spostamento di appuntamenti al pomeriggio di mercoledì 1° maggio. La mattina, infatti, attivisti e militanti di Cgil Cisl Uil parteciperanno alla manifestazione nazionale a Bologna.
Ecco di seguito il programma delle iniziative modenesi.
A Modena si comincerà con la musica della Wind Band del liceo musicale Sigonio, che alle 16 partirà da piazzale San Giorgio (davanti all’Accademia) con una marcia musicale per le vie del centro storico sino a raggiungere piazza Grande. Intorno alle 16.30 parlerà Luigi Tollari, segretario Uil Modena e Reggio Emilia. Seguirà il concerto dell’orchestra del triennio del liceo musicale Sigonio, inframezzato da letture di testi di Alda Merini e Umberto Saba a opera degli studenti del liceo scientifico Tassoni. Le iniziative, patrocinate dal Comune di Modena, sono sostenute dal contributo di Gruppo Pace, MeThodo, Unipol Banca e Master Voice.

Carpi conferma il comizio mattutino e le altre tradizionali iniziative del 1° Maggio. Il ritrovo avverrà alle 9.30 presso le sedi sindacali carpigiane, con il corteo per le vie della città in partenza alle 10 insieme ai manifestanti provenienti in bicicletta da Soliera e con l’accompagnamento della banda cittadina. Dopo l’arrivo in piazza Martiri, ci sarà l’introduzione di Claudio Mattiello (responsabile di zona Cisl Emilia Centrale), seguito da Giorgio Benincasa (coordinatore Cgil distretto di Carpi). Saranno presenti in piazza Martiri i sindaci dell’Unione Terre d’Argine con il gonfalone, gli stand delle associazioni di volontariato, laboratori creativi e di riciclo a cura della cooperativa sociale “Giravolta”. Alle 15, nel cortile d’Onore di Palazzo Pio, si terrà il Concerto di Primavera del Corpo Bandistico Città di Carpi, mentre alle 16.30 ci sarà il concerto dei Zambra Mora, quintetto che, partendo dalla musica araba, flamenco e musica ebraica, dal 2007 si esibisce con musica balcanica e zingara. In serata (ore 20.30) al cinema Ariston di San Marino avverrà la proiezione unica a ingresso ridotto del film “Un valzer tra gli scaffali” (drammatico, Germania, 2018) di Thomas Stuber, con Franz Rogowski e Sandra Hüller. Si tratta di una commedia triste e romantica sull’essere operaio oggi, con echi di Kaurismaki, che esplora nevrosi, manie, abitudini, sogni e passioni. Le iniziative del 1° Maggio a Carpi godono del patrocinio dell’Unione Terre d’Argine e si avvalgono del contributo di Abitcoop, Cmb, Gulliver cooperativa sociale, Sinergas e Società Cooperativa Bilanciai.
A Soliera è confermata la tradizionale biciclettata a Carpi, con ritrovo alle 8.30 in piazza Lusvardi e partenza alle 9, per arrivare in piazza Martiri a Carpi e assistere al comizio alle 10.30. Nel pomeriggio (alle 15) ritornerà l’appuntamento, consolidato da anni, con la festa dei sindacati pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil e Cupla presso la Casa residenza anziani “Sandro Pertini”, con orchestra e rinfresco per tutti i partecipanti.
Anche Vignola mantiene le tradizionali iniziative mattutine e pomeridiane del 1° Maggio. Dopo il concentramento di lavoratori e mezzi meccanici alle 9.30 nel piazzale di via Ballestri, alle 10 il corteo sfilerà per le vie cittadine accompagnato dal corpo bandistico di Marano sul Panaro. Alle 10.30 nell’ex mercato ortofrutticolo di Vignola ci saranno gli interventi, a nome di Cgil Cisl Uil, di Anna Paragliola (coordinatrice Cgil zona di Vignola) e Maurizio Brighenti (coordinatore Cisl zona di Vignola). La manifestazione del 1° Maggio gode del patrocinio dell’Unione Terre di Castelli e vedrà la presenza dei sindaci dell’Unione con il gonfalone. È prevista come da tradizione la distribuzione di garofani rossi durante la manifestazione.

Anche Marano sul Panaro è protagonista di iniziative per il 1° Maggio. La mattina (ore 8.30) ci sarà il ritrovo di trattori e mezzi meccanici al piazzale Capannone Carnevale (zona impianti sportivi), con arrivo alle 9.30 al self service di piazzale Ballestri per unirsi al corteo di Vignola. Nel pomeriggio (ore 15.45) mezzi agricoli e meccanici si ritroveranno in piazza Matteotti e alle 16.15 partirà la sfilata verso gli Amici di Villabianca. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Associazione Carnevale Maranese, Gruppo Trattori, Cgil Cisl Uil e il Comune di Marano sul Panaro.
A Mirandola sono previste iniziative solo nel pomeriggio. In piazza Costituente alle 16 inizierà il concerto dei gruppi giovanili del territorio. Sempre alle 16 davanti al teatro comunale avverrà il concentramento del corteo che sfilerà lungo le vie cittadine per arrivare in piazza Costituente alle 16.30, dove si interromperà il concerto per l’intervento dal palco – a nome di Cgil Cisl Uil – di Massimo Tassinari (coordinatore Cgil Area Nord), presenti i sindaci del territorio. Al termine riprenderà il concerto dei gruppi giovanili e sarà offerto un buffet gratuito con dolci fatti in casa. L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Mirandola.
Anche a Sassuolo le iniziative si svolgeranno solo nel pomeriggio. Alle 16 partirà dal circolo 1° Maggio (via Pista 41) la pedalata del 1° Maggio “Pane e polvere. Il lavoro a Sassuolo (1960-1980)”, percorso in sei tappe sui luoghi storici del lavoro, adatto a tutti e con ogni tipo di bicicletta per le vie della città, con narrazioni storiche di Paola Gemelli e Daniel Degli Esposti. L’arrivo è previsto alle 18.30 alla sede dello circolo Alete Pagliani (via Monchio 1). L’iniziativa, che si avvale del patrocinio del Comune di Sassuolo, è organizzata da Cgil Cisl Uil, insieme ad Arci, Anpi, circolo Alete Pagliani, circolo 1° Maggio, circolo Ottavio Tassi, circolo Terra pace e Libertà.
A Castelfranco Emilia e Pavullo non ci saranno iniziative perché le delegazioni sindacali e i lavoratori confluiranno nella manifestazione nazionale di Cgil Cisl Uil a Bologna.