Una conferenza per ripercorre la storia dell’Europa dalla sua nascita fino ai giorni nostri e le sue prospettive alla luce della situazione politica attuale. E’ quella organizzata dalla Fnp Cisl Emilia Romagna, Fnp Cisl Emilia Centrale e Fnp Cisl Parma e Piacenza presso il museo Cervi di Gattatico a Reggio Emilia domani, mercoledì 20 febbraio, alla ore 9:30.

 

Dopo l’apertura dei lavori da parte del segretario generale Regionale Fnp Cisl Emilia Romagna Loris Cavalletti e i saluti del presidente dell’Istituto Cervi Albertina Soliani, a raccontare le principali tappe della storia europea sarà il dottor Franco Chittolina, presidente di Apice (Associazione Per l’Incontro delle Culture in Europa) che si soffermerà in particolare sui problemi e le future prospettive.

 

A presiedere i lavori saranno Adelmo Lasagni, segretario generale Fnp Cisl Emilia Centrale e Baldo Ilari, segretario generale Fnp Cisl Parma e Piacenza.

 

Franco Chittolina – Nato nel 1944, laureato in filosofia all’Università di Lovanio (Belgio), è stato docente dal 1975 al 1980 di filosofia all’Istituto Superiore di Cultura Operaia (ISCO) a Bruxelles e, successivamente, animatore culturale tra gli immigrati italiani in Europa.

Nel 1980 viene chiamato da Pierre Carniti a Roma, come responsabile per le politiche europee nel Dipartimento Internazionale della CISL confederale, creando a Bruxelles nel 1980 l’Osservatorio Sociale Europeo (OSE).

Dopo aver vinto un concorso, nel 1982 torna a Bruxelles come assistente alla presidenza del Consiglio dei Ministri della CEE e successivamente, in qualità di responsabile per l’informazione sindacale presso la Commissione Europea per favorire il dialogo tra le Istituzioni Comunitarie e la società civile. Sono numerosissime, in quegli anni, le attività all’interno delle organizzazioni sindacali italiane rivolte a sindacalisti e delegati per conoscere l’Europa e le sue attività.

Rientrato in Italia nel 2003 ha fondato in Piemonte APICE, l’Associazione Per l’Incontro delle Culture in Europa, di cui è attualmente presidente, continuando ad animare attività tra la società civile, il sindacato e le istituzioni locali.