Agricoltura: sospeso sciopero nazionale 15 giugno

È stato sospeso lo sciopero nazionale dell’agricoltura, proclamato per dopodomani – venerdì 15 giugno. Lo hanno deciso le segreterie nazionali di Fai Cisl Flai Cgil Uila Uil dopo aver ricevuto dalle controparti Confagricoltura, Coldiretti e Cia la proposta di riaprire le trattative per il rinnovo del ccnl operai agricoli e florovivaisti, interrotte nei giorni scorsi. Le parti sono convocate a Roma martedì prossimo 19 giugno. Con l’auspicio di giungere rapidamente alla chiusura del negoziato, Fai Flai Uila hanno quindi deciso di sospendere lo sciopero del 15 giugno, pur mantenendo lo stato di agitazione della categoria. «La proposta di riaprire le trattative per il rinnovo del ccnl operai agricoli e florovivaisti – dichiara Onofrio Rota, segretario generale della Fai Cisl – è apparsa come un’apertura positiva a confrontarsi con le nostre proposte e i nostri punti fermi. Mi riferisco, in particolare, all’abolizione del limite dell’orario di lavoro giornaliero, con tutte le sue implicazioni negative, anche dal punto di vista previdenziale, all’introduzione di un salario minimo nazionale, in grado di esporre il settore al pericolo di deregolamentazione e di depotenziamento del contratto provinciale, al contrasto al caporalato. È stata determinante – aggiunge il sindacalista – la risposta data dalle lavoratrici e lavoratori, che ringraziamo per aver dimostrato la ferma volontà di partecipare massivamente a uno sciopero deciso dopo tanti tentativi di negoziazione. Siamo soddisfatti di poterci confrontare nella prossima convocazione portando avanti le nostre istanze in nome della dignità del lavoro agricolo, per promuovere veramente la crescita del Paese e della persona, la sua inclusione sociale, la sua emancipazione da qualsiasi forma di sfruttamento».

2018-06-13T10:56:53+00:00