Da sin. William Ballotta con i giovani Cisl, che hanno concluso la relazione con il loro intervento

«Vogliamo mettere le persone, a partire dai giovani, e il territorio al centro della nostra azione sindacale». Lo ha dichiarato William Ballotta, segretario generale della Cisl Emilia Centrale (nata due anni fa dall’unificazione tra la Cisl di Modena e quella di Reggio Emilia), aprendo oggi a Reggio il secondo congresso territoriale, al quale è intervenuto anche il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli. «Riteniamo che il benessere della persona non dipenda esclusivamente dal suo lavoro, ma anche dalla sua famiglia, dalla sua comunità, dal territorio in cui vive – ha detto Ballotta nella relazione, alternandosi nella lettura con gli altri componenti della segreteria Margherita Salvioli Mariani, Domenico Chiatto, Michele Del Fabbro e Andrea Sirianni – Per questo negli ultimi anni abbiamo sviluppato una sistematica attività di contrattazione aziendale, territoriale e sociale non solo nelle imprese, ma anche con Comuni e Unioni di Comuni, Province e aziende sanitarie, congiuntamente alla tutela individuale tramite la rete dei nostri servizi». Sul fronte interno Ballotta ha sottolineato l’adozione di un codice etico che comprende regolamenti sulle retribuzioni vincolanti per tutte le strutture Cisl, oltre all’obbligo di pubblicazione delle indennità dei dirigenti e dei bilanci. «Sono scelte impegnative che confermano la nostra volontà di insistere sulla strada della trasparenza, della gestione corretta e responsabile delle risorse che decine di migliaia di lavoratori e pensionati modenesi e reggiani decidono volontariamente di versare ogni anno alla Cisl per confermare un’adesione anche valoriale», ha sottolineato Ballotta ricordando che, con 93.920 iscritti (dato al 31 dicembre 2016), la Cisl Emilia Centrale è la maggiore struttura territoriale della Cisl in regione e l’ottava in Italia. Domani – martedì 4 aprile – è in programma a Modena (palazzo Europa) il secondo giorno congressuale, che si apre alle 9 con il saluto dell’Arcivescovo di Modena-Nonantola mons. Erio Castellucci, seguito dall’intervento del segretario generale della Cisl Emilia-Romagna Giorgio Graziani. I lavori proseguono con il dibattito, l’elezione del consiglio generale e della segreteria.