Cgil Cisl Uil dell’Area Nord modenese organizzano per domani – martedì 21 maggio – un incontro-confronto con i candidati sindaco di sette dei Comuni dell’Unione in cui si rinnovano i consigli comunali: Mirandola, San Felice sul Panaro, Concordia, Medolla, San Prospero, San Possidonio e Cavezzo. Carlo Alfonso Preti, responsabile Area Nord modenese della Cisl Emilia CentraleL’iniziativa, intitolata “Futuro del welfare nel distretto e idee per uno sviluppo sostenibile”, si svolge dalle 18.30 alle 20.30 presso l’aula magna Rita Levi Montalcini (via 29 Maggio 4) a Mirandola. Negli ultimi due anni Cgil Cisl Uil del distretto di Mirandola, insieme ai rispettivi sindacati dei pensionati e della funzione pubblica, hanno avuto un intenso confronto con le istituzioni locali, arrivando a sottoscrivere numerosi verbali e, sulla base di un metodo di relazioni condiviso, di fronte al rischio di minori garanzie per mantenere un welfare universale ed equo hanno ottenuto impegni concreti di carattere sociale. Lo sviluppo del territorio e la buona occupazione sono stati i temi affrontati con determinazione per restituire dignità e certezza al lavoro, sempre più caratterizzato dalla precarizzazione anche in questo territorio, assieme a interventi nel campo della sicurezza e legalità, contro l’evasione fiscale e contributiva. La politica, in generale, negli ultimi anni è stata spesso autoreferenziale e ha praticato la disintermediazione. Nel distretto di Mirandola invece, le amministrazioni pubbliche hanno scelto un ascolto attivo delle proposte sindacali e dimostrato di credere nella possibilità di un proficuo dialogo sociale, come elemento di buona amministrazione della cosa pubblica. Ora che si apre un nuovo ciclo nella vita politica e amministrativa dell’Area Nord, le organizzazioni sindacali promuovono un incontro pubblico al fine di valorizzare una volta di più il dialogo tra istituzioni e parti sociali, illustrare ai futuri amministratori i temi che ritengono centrali per la contrattazione sociale e territoriale, al fine di continuare a rispondere al meglio ai nuovi bisogni di lavoratori, pensionati e cittadini.