«La mafia uccide il lavoro e mina la coesione sociale. Ecco perché – spiega il segretario generale della Cisl Emilia Centrale William Ballotta – aderiamo all’iniziativa di Libera.

Il processo Aemilia ha dimostrato che la criminalità organizzata ha esteso i suoi tentacoli anche nel nostro territorio. Dobbiamo essere molto vigili e non sottovalutare alcun segnale. I lavoratori che nutrono sospetti su possibili infiltrazioni non esitino a parlarne con noi: non li lasceremo soli – assicura Ballotta –  Partecipando alla manifestazione di Parma esprimiamo il nostro sostegno non solo alle forze dell’ordine e alla magistratura, ma anche agli altri soggetti, a partire da Libera, impegnati ogni giorno – conclude il segretario Cisl Emilia Centrale – nella denuncia e nel contrasto di tutte le mafie»