Rosario Roselli, segretario generale Femca Cisl Emilia Centrale

Cordoglio della Cisl per la scomparsa di Mario Veronesi. «Siamo vicini innanzitutto alla famiglia – afferma il segretario generale della Cisl Emilia Centrale William Ballotta – Il distretto biomedicale ha perso il suo “inventore”, il simbolo stesso del biomedicale made in Italy nel mondo. Veronesi ha trasformato l’Area Nord, che era un territorio a vocazione agricola, in uno dei motori del Pil italiano, creando migliaia di posti di lavoro». «Veronesi ha sempre riconosciuto che le sue aziende erano competitive grazie all’impegno e professionalità delle maestranze, come si è ben visto anche nello sforzo per la ricostruzione dopo il terremoto del 2012 – aggiunge Rosario Roselli, segretario generale della Femca Cisl Emilia Centrale – I continui investimenti in innovazione, ricerca e sviluppo per avere prodotti di alta qualità sono l’eredità più significativa che Veronesi lascia agli imprenditori del biomedicale, chiamati a confermare il primato di uno dei fiori all’occhiello dell’economia non solo modenese, ma italiana ed europea».