Adesione alta allo sciopero odierno alla Cbs di Spilamberto, dove si sono astenuti quasi tutti i lavoratori e la produzione degli impianti è ferma per tutti i tre turni della giornata. Nonostante il maltempo, in mattinata si è svolto anche il presidio davanti ai cancelli aziendali. Dopo la mobilitazione del 27 ottobre, quello di oggi è il secondo sciopero in difesa dei posti di lavoro e per sollecitare investimenti per il rilancio della produzione. Filctem Cgil di Modena, Femca Cisl Emilia Centrale, Uiltec Uil di Modena e Reggio, Fesica Confsal chiedono che l’azienda ritiri gli esuberi dichiarati (otto addetti su 25). I sindacati auspicano che ci sia una ripresa a breve del tavolo di trattativa. In caso contrario riprenderanno la mobilitazione, essendo tre le giornate complessive di sciopero proclamate dai sindacati lo scorso 23 ottobre, unitamente al blocco degli straordinari.