Crescono gli iscritti della Cisl Emilia Centrale. Alla fine del 2017 il tesseramento ha raggiunto quota 96.604, in aumento di 2.984 unità (pari al +3,2 per cento) rispetto al 2016. Grazie a questi numeri la Cisl Emilia Centrale (nata nel 2015 dalla fusione tra la Cisl di Modena e quella di Reggio Emilia) si conferma la prima struttura territoriale Cisl in Emilia-Romagna e diventa la settima in Italia, scalando una posizione. Alla Cisl Emilia Centrale aderisce l’8 per cento della popolazione modenese e reggiana (1,2 milioni di abitanti). Il 55,3 per cento degli iscritti Cisl è rappresentato dai lavoratori attivi, tra i quali aumentano soprattutto gli addetti della scuola, enti locali e sanità, terziario e trasporti, metalmeccanica e agroindustria. «I numeri certificano la crescita costante della nostra organizzazione e il rafforzamento della sua presenza politica, sociale e di servizi ai lavoratori e pensionati – commenta il segretario generale della Cisl Emilia Centrale William Ballotta – Siamo a un passo dal traguardo dei 100 mila iscritti, che ci siamo posti al momento della fusione tra le strutture di Modena e Reggio Emilia. Al di là dei numeri, però, ci conforta la fiducia che giovani, donne, immigrati, lavoratori e pensionati continuano a nutrire nei nostri confronti. Questo ci sprona a proseguire con slancio la nostra azione a difesa dei lavoratori e pensionati, tutela della loro dignità, miglioramento delle condizioni salariali, normative e professionali, per contribuire – conclude Ballotta – allo sviluppo delle nostre comunità».