Domenica 1 novembre non lavorate. L’invito è rivolto ai lavoratori del commercio dai sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil, che ricordano la non obbligatorietà del lavoro festivo.

«A Modena capoluogo, in virtù del Codice comportamentale 2015-2016 sulle aperture domenicali e festive, le principali catene distributive rimarranno chiuse. Le stesse catene, però, potrebbero tenere aperto negli altri Comuni della provincia – sottolineano i sindacati – Ad esempio, hanno già dichiarato l’apertura per il 1° novembre negozi quali Pam Vignola, Panorama Sassuolo, Lidl, Eurospin, Obi (che apre anche a Modena città), Comet, Coop Estense e Famila. La disponibilità al lavoro festivo è una scelta libera e autonoma di lavoratrici e lavoratori, prevista dal contratto collettivo nazionale di lavoro e confermata da recenti sentenze della Cassazione, secondo la quale il datore di lavoro non può imporre al dipendente di lavorare in una giornata festiva e definisce illegittima l’eventuale sanzione disciplinare a carico del lavoratore, a meno che quest’ultimo non abbia dato preventivamente assenso al lavoro festivo». Oltre a domenica 1° novembre, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil invitano i lavoratori all’astensione dal lavoro anche nelle festività dell’8, 25 e 26 dicembre.