Rakel Wiliana Vignali, Cisl Fp Emilia Centrale

Sono circa 4 mila gli iscritti al concorso per istruttore amministrativo (categoria C) indetto dal Comune di Modena insieme all’Unione Terre di Castelli, Comune di S. Cesario sul Panaro e Comune di Castelfranco Emilia. I posti disponibili sono 17: otto per il Comune di Modena (quattro posti sono riservati al personale interno e due alle categorie protette), sei all’Unione Terre di Castelli (compresi i singoli Comuni che ne fanno parte), due a S. Cesario e uno a Castelfranco. La prima prova psicoattitudinale si terrà il 20 settembre in sede ancora da stabilire perché, stando a commenti ufficiosi, le amministrazioni non si aspettavano una platea di candidati così affollata. «È la prima volta da diversi anni a questa parte che nella nostra provincia si indice un concorso pubblico per un numero di posti relativamente elevato – commenta Rakel Wiliana Vignali, della Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale – Gli aspetti positivi sono almeno due: per partecipare è sufficiente il diploma di scuola superiore di 2° grado; gli enti hanno organizzato il concorso insieme, con economie di scala che permettono di abbassare i costi. Di solito, infatti, le amministrazioni locali bandiscono singolarmente i concorsi per uno-due posti e non condividono le spese. In questo caso, invece, – sottolinea la sindacalista Cisl – i quattro enti interessati sono riusciti a fare sinergia». Per aiutare i candidati, la Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale organizza un corso in preparazione al concorso. Si tratta di quattro lezioni: la prima si terrà il 14 settembre e sarà sulla prova psicoattitudinale. Le successive lezioni riguarderanno l’attività amministrativa (22 settembre), l’ordinamento delle autonomie locali (3 ottobre) e il codice di comportamento dei dipendenti pubblici (5 ottobre). Info: 349 7900062 (Sabrina) e 348 7419765 (Fabio).