Buone notizie per i circa trenta dipendenti del Comune di Serramazzoni.
Dopo due anni di blocco delle trattative, è stato firmato l’accordo decentrato economico che permette l’erogazione di tre anni di premi di produttività, incentivi e straordinari.

Lo comunica la Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale, che esprime soddisfazione per l’esito positivo di una vertenza contrassegnata a tratti da duri scontri tra i sindacati e l’amministrazione comunale.

«Siamo finalmente riusciti a trovare un accordo con l’amministrazione comunale di Serramazzoni anche grazie al contributo delle nostre rsu Paola Baldoni, Marcello Muratori ed Ene

da sin. Sabrina Torricelli con le rsu Cisl Enea Toni e Marcello Muratori

a Toni – dichiara Sabrina Torricelli, la sindacalista della Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale impegnata nella trattativa – Oltre ai tre anni di produttività, che verranno erogati al dipendenti insieme a incentivi e straordinari, l’amministrazione comunale si impegna a valutare il riavvio delle progressione economiche già da quest’anno.

Questa vicenda – continua Torricelli – dimostra che attraverso un paziente e costruttivo lavoro di mediazione è possibile superare iniziali divergenze, ottenere il rispetto dei contratti e raggiungere risultati che non tutelano solo i lavoratori, ma anche i cittadini utenti dei servizi comunali», conclude la sindacalista della Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale.