I rappresentanti Best Union e i sindacati firmano il contratto. La prima da sinistra è Pascale Milone (Fisascat Cisl Emilia Centrale)

È stato firmato ieri dai sindacati Filcams Cgil Modena, Fisascat Cisl Emilia Centrale e Uiltucs Uil Modena e Reggio Emilia, con la presenza di Cgil Cisl Uil confederali, l’accordo con Best Union, la società che ha in affidamento i servizi di accoglienza, biglietteria, controllo accessi e steward di Modena Park, il grande concerto che Vasco Rossi terrà il 1° luglio a Modena. L’accordo mira a garantire la corretta applicazione del contratto collettivo di settore (vigilanza e servizi fiduciari) ai circa mille addetti che saranno impiegati da oggi e fino al 15 luglio. È stato anche concordato il livello di inquadramento degli addetti ai servizi, ovvero il livello D, che è il corretto livello di inquadramento contrattuale per gli addetti ai servizi di accoglienza, evitando i livelli di ingresso per il personale neo-assunto (livelli E e F). Sono garantiti i pasti per tutti i lavoratori impiegati, forniti da parte dell’azienda come istituto aggiuntivo a quanto previsto dal ccnl. I sindacati si dichiarano soddisfatti per il risultato raggiunto, in particolare in relazione all’applicazione del contratto collettivo nazionale e, quindi, per le regolari modalità di assunzione che escludono l’utilizzo di forme contrattuali precarie e meno tutelanti. «Con questa tipologia contrattuale i lavoratori hanno tutte le tutele, a partire, per esempio, dalla piena copertura contributiva che, in caso di raggiungimento dei requisiti, permetterà loro di accedere anche all’indennità di disoccupazione (Naspi) – spiegano Filcams Cgil Modena, Fisascat Cisl Emilia Centrale, Uiltucs Uil Modena e Reggio Emilia, Cgil Modena, Cisl Emilia Centrale, Uil Modena e Reggio Emilia – A fronte di un evento straordinario come Modena Park, il contratto e gli strumenti legislativi in essere permettono di disciplinare anche lavori occasionali e accessori, come quelli che si rendono necessari per eventi di questo tipo. Il settore della sicurezza/service è caratterizzato da una diffusa illegalità ed elusione delle normative contrattuali e legislative di riferimento. Pertanto l’accordo assume una valenza nell’ambito della trattativa per il rinnovo del ccnl di settore attualmente in corso, con l’obbiettivo di assicurare ai lavoratori interessati tutte le garanzie, al pari dei lavoratori subordinati a tempo indeterminato. L’auspicio – concludono i sindacati – è che l’accordo modenese, tra i primi a livello nazionale, possa diventare un utile riferimento per regolamentare le prestazioni occasionali con piena garanzia di tutele e diritti».