È stato consegnato al prefetto di Modena Alessandra Camporota l’appello con il quale otto associazioni modenesi dei consumatori (tra le quali Adiconsum Emilia Centrale) chiedono al Governo di adottare un provvedimento urgente che blocchi per almeno sei mesi i distacchi di gas ed energia elettrica per morosità incolpevole.
All’appello hanno aderito, tra gli altri, anche l’arcivescovo di Modena-Nonantola e Carpi Erio Castellucci, quattro parlamentari, il presidente della Provincia, 35 sindaci, Cgil Modena, Cisl Emilia Centrale e Uil di Modena e Reggio.

I promotori hanno espresso al prefetto la forte preoccupazione per l’aggravamento generale della condizione economica nel Paese e nella nostra provincia.
«Una condizione che potrebbe portare

prima da sin. Adele Chiara Cangini (resp. Adiconsum Emilia Centrale) con i rappresentanti delle associazioni dei consumatori e il prefetto Alessandra Camporota (terza da destra)

migliaia di famiglie e cittadini del nostro territorio a non riuscire a saldare le bollette di gas e luce, il cui costo è enormemente cresciuto.
La richiesta di blocco dei distacchi è, quindi, in questa fase un tema prioritario – dicono le associazioni – A esso dovranno però seguire altre incisive azioni, finalizzate a ridurre il peso della crisi economica su cittadini e famiglie».

Il prefetto Camporota, al quale le associazioni hanno chiesto di trasmettere l’appello al Governo, condividendo le preoccupazioni ha voluto approfondire le problematiche più frequenti in questa fase e ha chiesto valutazioni sulle possibili evoluzioni nei prossimi mesi.