“Oggi, nel libero mercato, sempre più spesso i contratti commerciali e le pubblicità nascondono stratagemmi e sotterfugi per ingannare i consumatori e indurlo al cambio d’utenza: i nostri uffici raccolgono le segnalazioni, ma in maniera preventiva siamo chiamati a formare la popolazione con incontri sul territorio”. Commenta così, Adele Chiara Cangini, responsabile Adiconsum Cisl Emilia Centrale, il prossimo incontro che si terrà venerdì 20 ottobre, dalle ore 16.00 alle ore 18.30, presso Sala Papa Giovanni Paolo II.

Alcuni esempi di cui l’associazione a tutela dei consumatori si è occupata: in merito all’energia c’è il caso di una casalinga che, forte del contratto in mercato tutelato per l’energia (es. con Enel o Iren), ha ricevuto una chiamata in cui le si diceva che, per forza di cose, doveva cambiare contratto, perché il mercato tutelato sarebbe sparito entro fine anno. “Cosa che non è vera – spiega Massimo Rancati di Adiconsum – dato che il Ddl concorrenza, approvato di recente dal Governo, in realtà ha fissato la scadenza del mercato tutelato a giugno 2019”. Oppure c’è il caso di un pensionato vittima della cosiddetta “truffa del catalogo”, in cui all’ignaro è fatta firmare su carata copiativa una ricevuta di consegna, di un catalogo di mobili, che, in realtà sottoscrive un contratto che obbliga all’acquisto per migliaia di euro per più anni!

Ecco la necessità di formare consumatori consapevoli, spiegare il diritto di recesso e il cambio d’utenza dei contratti con questo incontro novellarese, promosso da Adiconsum, Anteas e Fnp Emilia Centrale, che ha per titolo ‘Contratti commerciali non richiesti, truffe e raggiri: come difendersi’”.

I relatori dell’incontro, in via Borsellino a Novellara, saranno Massimo Rancati e Patrizia Barletta dell’associazione Adiconsum, l’associazione dei consumatori promossa dalla Cisl. L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico, ripartizione 2015.