Anche i vigili del fuoco effettueranno gli screening preventivi con prelievo ematico per accertare eventuali contagi da Covid-19, anche in assenza di sintomi. Le disposizioni su come effettuare i tamponi dovrebbero arrivare tra un paio di settimane, dopo aver dato la precedenza al personale sanitario. Lo comunicano i sindacati Fns Cisl e Fp Cgil dopo l’incontro con l’assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini. Nei giorni scorsi i sindacati avevano scritto alla Regione per chiedere che i vigili del fuoco fossero inseriti nelle categorie dei lavoratori sui quali effettuare i tamponi preventivi. «Riteniamo di aver raggiunto un grande obiettivo per la prevenzione del contagio e un meto

Stefano Venturini (segretario territoriale Fns Cisl di Modena)

do efficace per la tutela sanitaria dei vigili del fuoco – dichiara il segretario territoriale della Fns Cisl di Modena Stefano Venturini – Ringraziamo per la disponibilità l’assessore Donini e tutta la Giunta regionale che, nonostante l’emergenza sanitaria, hanno voluto ascoltare le nostre richieste e deciso di agire con determinazione per la salute e sicurezza dei vigili del fuoco dell’Emilia-Romagna». Nell’incontro con l’assessore Donini i sindacati hanno comunicato anche la volontà di contribuire al rinnovo delle due convenzioni con la Regione attualmente in vigore e in scadenza entro l’anno, ovvero il reintegro dei materiali sanitari e la bonifica dei nidi di imenotteri aculeati (vespe e calabroni).