“Appennino, un nuovo sviluppo per una nuova coesione sociale”. Un incontro per mettere a fuoco le opportunità di lavoro in Appennino, anche alla luce del Patto provinciale per il lavoro che si andrà attuare a Reggio Emilia. E’ quello previsto per martedì 18 ottobre alle ore 9.30, nella sala consiliare del Comune di Castelnovo Monti. Organizzato da Cisl Emilia Centrale, Cgil Reggio Emilia e Uil Modena e Reggio è di fatto un momento di approfondimento per discutere di sviluppo. “Discutere di lavoro e sviluppo in Appennino significa affrontare i temi dell’oggi e del domani per la permanenza delle persone qui – afferma il segretario generale di Cisl Emilia Centrale, William Ballotta –  sarà un modo per riflettere e fare il punto della situazione. Non solo difficoltà e maggiori costi: l’Appennino ha tantissime risorse che, messe a sistema, possono creare nuove opportunità di lavoro”.

3cerco_lavoro

L’incontro, aperto al pubblico, vedrà la partecipazione di una vasta platea. Oltre al sindaco di Castelnovo Monti e presidente dell’Unione montana dell’Appennino Reggiano, Enrico Bini e Palma Costi, assessore alle attività produttive della Regione Emilia Romagna, saranno presenti all’evento Luigi Gove, segretario Cgil Reggio Emilia, William Ballotta, segretario generale Cisl Emilia Centrale, Alberto Zanetti, segretario confederale Uil Reggio Emilia, Roberta Rivi, Coordinatrice Area Impresa Cia Reggio Emilia e Giovanni Teneggi, consigliere della Camera di Commercio. Interverranno Silvia Dalla Porta, coordinatrice di zona Cgil e Luca Ferri coordinatore di zona Cisl, modera l’incontro Pietro Ferrari, presidente della Cooperativa Novanta (Redacon, Radionova, Reggio Emilia Meteo).

dibattito