Prosegue la mobilitazione dei sindacati contro il ddl “La buona scuola” approvato dal governo Renzi. Dopo lo sciopero unitario del 5 maggio, presidi, volantinaggi e biciclettate, Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda hanno proclamato unitariamente lo sciopero degli scrutini che coinciderà con i primi due giorni fissati per ogni singola scuola.

Inoltre continuano le iniziative pubbliche di sensibilizzazione nelle principali città italiane. A Modena oggi – venerdì 5 giugno – è in programma “La cultura in piazza” dalle 20 alle 22 in piazza XX settembre. Si tratta di una manifestazione con interventi di docenti, genitori e studenti che leggeranno brani su scuola e Costituzione. Sono previsti intermezzi musicali suonati da gruppi giovanili modenesi. Al termine della manifestazione si terrà una fiaccolata per le vie del centro storico. Ricordiamo che i sindacati della scuola chiedono un adeguato piano di assunzioni dei docenti e degli ata precari, meno poteri discrezionali ai dirigenti scolastici nella gestione degli istituti e nelle assunzioni, un sistema di valutazione legato a criteri oggettivi e condivisi, la regolazione per contratto di tutte le materie inerenti il rapporto di lavoro, il rinnovo del contratto nazionale scaduto da oltre sei anni, il diritto allo studio degli studenti, un vero percorso di alternanza scuola-lavoro, finanziamenti a sostegno delle scuole statali e dell’edilizia scolastica.