Sono stati consegnati venerdì i primi tablet donati dalla Cisl all’Ausl per facilitare il contatto tra i pazienti più fragili positivi al Coronavirus e i propri famigliari. “Il nostro è un piccolo gesto – dichiara Fabio Bertoia segretario generale della Fp Cisl – che si somma a quello che in queste settimane ha fatto la comunità nel suo complesso. Siamo felici che i nostri associati abbiano risposto positivamente alla raccolta fondi che proseguiremo nelle prossime settimane”.

La raccolta fondi della Cisl, ‘Distanti ma connessi’, ha l’obiettivo di fornire degli strumenti tecnologici adeguati affinché tutti i pazienti possano rimanere in contatto con i propri famigliari. “Purtroppo abbiamo visto tutti, anche in situazioni molto vicine a noi, come uno dei drammi di questa emergenza – dichiarano William Ballotta Segretario Generale della Cisl e Fabio Bertoia Segretario Generale della categoria della Funzione Pubblica Cisl  –  sia la solitudine dei pazienti. È impossibile andare a visitare l’amico o il parente in ospedale perché positivo al Covid-19. Si resta in attesa della sua guarigione. Ma nel frattempo l’unico strumento per tenere i contatti è la tecnologia. E se ci sono tanti che hanno gli strumenti, ce ne sono altri che invece hanno delle difficoltà”.

L’iniziativa è in collaborazione con l’Ausl di Reggio Emilia e per partecipare è possibile effettuare una tua donazione sul conto corrente dedicato “IBAN IT94Q0503412807000000012436” (Banco Bpm BSGSP – Agenzia 7 – Reggio Emilia).