Si riuniscono domani – mercoledì 7 ottobre – ad Arceto di Scandiano (Reggio Emilia) i 151 componenti del consiglio generale della Cisl Emilia Centrale. È la prima volta che il “parlamentino interno” della Cisl si riunisce dopo il congresso di fusione tra le strutture di Modena e Reggio Emilia; con 97 mila iscritti, la Cisl Emilia Centrale è la più grande struttura Cisl in regione e l’ottava in Italia.

Ospitati nella sala polivalente parrocchiale, a partire dalle 9.30 i dirigenti e delegati Cisl si incontrano per l’assemblea organizzativa. «Per noi è un appuntamento molto importante perché – spiega il segretario generale della Cisl Emilia Centrale William Ballotta – dobbiamo discutere idee e proposte che ci aiutino a essere sempre più efficaci nell’azione di rappresentanza e tutela dei nostri iscritti, siano essi giovani, lavoratori, pensionati o intere famiglie. Dopo aver unito le strutture provinciali di Modena e Reggio, vogliamo completare la nostra riorganizzazione integrando le zone (Sassuolo e Scandiano, Carpi e Correggio) e le categorie. All’ordine del giorno ci sono anche la durata degli incarichi politici, la partecipazione e il maggior coinvolgimento dei nostri delegati e iscritti nei nostri organismi, la pubblicazione dei bilanci delle nostre società e dei redditi dei dirigenti, la redistribuzione delle risorse ai territori, la formazione continua dei sindacalisti, operatori e delegati». All’assemblea organizzativa della Cisl Emilia Centrale, che dura tutta la giornata, partecipa anche il segretario regionale Cisl Giorgio Graziani.