Alleati nel rivendicare una regolamentazione (su base autonoma) delle aperture domenicali. L’annuncio al congresso Fisascat Emilia Centrale è la Federazione di categoria Cisl che rappresenta i lavoratori del settore terziario, nella provincia di Modena e Reggio Emilia con oltre 6800 iscritti, dove è avvenuta la rielezione di Enrico Gobbi segretario generale, al quale sono intervenuti la vicepresidente nazionale di Confcommercio Donatella Prampolini, a fianco dei segretari generali Michele Vaghini (Fisascat Emilia Romagna), William Ballotta (Cisl Emilia Centrale) e del segretario nazionale Fisascat Davide Guarini .

Assieme a Enrico Gobbi, i delegati hanno eletto Monica Guida e Alessandro Martignetti  per completare la segreteria.

“E’ facile – ha denunciato Gobbi nel suo intervento – per noi dire che quello delle deregolamentazioni sarebbe stato un boccone avvelenato. Le aperture domenicali, ad esempio, alienano le persone e, così, i centri commerciali della Gdo diventano generatori di mentalità consumistica che devasta l’armonia familiare”. Da qui l’impegno di Fisascat, Filcams, Uiltucs di avviare una proposta a Confcommercio e Confesercenti per l’autoregolamentazione delle aperture festive.

Nel corso della relazione il segretario ha dato diffusamente trattato il tema del rinnovo dei contratti del settore, ma anche le numerose problematicità in essere nelle diverse aziende reggiano modenesi nelle quali la Fisascat è presente.

“Continueremo, nonostante il difficile momento che stiamo attraversando, a vigilare sul commercio, sul turismo e nei servizi per tutelare i lavoratori che ogni giorno operano in settori così importante per la nostra economia” ha affermato il segretario Gobbi.