Frignano: ok Cisl ipotesi fusione Comuni Lama Mocogno-Montecreto

La Cisl Emilia Centrale valuta positivamente l’iniziativa delle amministrazioni comunali di Lama Mocogno e Montecreto di commissionare uno studio di fattibilità per la fusione dei due Comuni del Frignano. «Da tempo chiediamo di analizzare e valutare soluzioni che affrontino la drastica diminuzione di risorse umane ed economiche che impediscono ai Comuni del Frignano di attuare le politiche

Vincenzo Tagliaferri, responsabile Cisl Emilia Centrale zona del Frignano

necessarie al territorio – afferma Vincenzo Tagliaferri, responsabile di zona della Cisl – Con gli attuali vincoli di bilancio e nelle assunzioni, i piccoli Comuni rischiano di non essere più in grado di garantire progressivamente i servizi minimi ai cittadini. Per incentivare le fusioni, la Regione Emilia-Romagna mette a disposizione risorse che darebbero ai Comuni la possibilità di assumere personale e investire nelle azioni di cui il territorio ha bisogno, dal sociale al turismo agli interventi contro il rischio idrogeologico». Per la Cisl è condivisibile anche l’impegno dei sindaci a coinvolgere nel progetto di fusione i cittadini e tutti i portatori d’interesse, con assemblee, incontri e la previsione di un referendum prima della decisione definitiva. «Crediamo sia un segnale molto importante per tutta l’Unione del Frignano – sottolinea Tagliaferri – Dopo anni di staticità finalmente qualcuno si muove nella giusta direzione, dando prospettive a un territorio che di tutto ha bisogno, tranne che di una politica conservatrice e senza idee, ancorata a vecchie logiche di campanile che oggi non hanno più nessuna ragione d’esistere. Per questo – conclude il responsabile di zona della Cisl Emilia Centrale – sosteniamo con convinzione l’iniziativa dei Comuni di Lama e Montecreto e siamo pronti a dare il nostro contributo».

2018-04-06T10:06:16+00:00