Blitz skinheads contro Porta Aperta, la solidarietà di Domenico Chiatto (Cisl)

Domenico Chiatto, componente segreteria Cisl Emilia Centrale

Solidarietà della Cisl Emilia Centrale a Porta Aperta dopo il blitz del Veneto Fronte Skinheads. «Diciamo no a gesti di intimidazione e denigrazione nei confronti di istituzioni come Porta Aperta, che da anni accolgono e assistono cittadini italiani e stranieri – afferma Domenico Chiatto, componente della segreteria Cisl Emilia Centrale – Crediamo che il gesto compiuto a Modena, analogo a quello compiuto nelle sedi Caritas e Pd di Reggio Emilia, non debba essere sottovalutato perché rischia di alimentare sentimenti di chiusura verso gli altri, soprattutto gli stranieri che vivono nei nostri territori, lavorano onestamente e cercano di integrarsi. Occorre che la società civile – continua Chiatto – moltiplichi gli sforzi per contrastare questi episodi attraverso una maggior conoscenza reciproca, il dialogo, la tolleranza, l’educazione e la cultura dell’accoglienza. Sono questi gli unici strumenti – conclude il sindacalista della Cisl Emilia Centrale – che possono garantire una convivenza pacifica nelle nostre comunità».