MARCO SUFFRITTI_3

Marco Suffritti (Filca Cisl Emilia Centrale)

Non è più in rianimazione il dipendente della Mario Neri spa che il 18 luglio ha subito un grave infortunio sul lavoro in un cantiere edile a Mortizzuolo di Mirandola. L’uomo, che era stato colpito dalla forca di un sollevatore Manitou, è uscito dalla prognosi riservata. Intervenendo sull’episodio, il sindacato degli edili Filca Cisl Emilia Centrale sottolinea che il sollevatore, che è un mezzo molto ingombrante, era stato da poco assegnato al cantiere in sostituzione di una gru che fino a quel momento aveva normalmente movimentato materiali e attrezzature. «Auspichiamo che gli organi preposti alla vigilanza e controlli possano fare al più presto chiarezza sull’accaduto affinché emergano eventuali responsabilità – afferma l’operatore della Filca Cisl Emilia Centrale Marco Suffritti – Ci riferiamo, in particolare, alla qualificazione della manovalanza impiegata e alle scelte organizzative effettuate in quel cantiere. Occorre evitare in futuro il ripetersi di episodi così gravi e che si espongano a pericoli i lavoratori impegnati in attività complesse e rischiose come i cantieri edili».