Vittoria della Cisl alle elezioni per il rinnovo delle rsu alla Castelfrigo L.V., l’azienda di Castelnuovo Rangone specializzata nella lavorazione di carni suine fresche acquisita il 5 marzo scorso dal gruppo Cremonini. La Fai Cisl Emilia Centrale ha conquistato due seggi sui tre disponibili; il terzo seggio è andato alla Uila Uil, mentre la Flai Cgil non ha eletto alcun rappresentante. Hanno votato 52 lavoratori su 62 aventi diritto. «Siamo soddisfatti per il risultato raggiunto, che dimostra la fiducia riposta in noi dai lavoratori – commentano Marco Ganzerli e Daniele Donnarumma, i sindacalisti della Fai Cisl Emilia Centrale che seguono l’azienda fin dai temp

da sin. Marco Ganzerli e Daniele Donnarumma, operatori di zona Fai Cisl Emilia Centrale

i delle note vicende sugli appalti irregolari – Nei prossimi giorni chiederemo un incontro sul piano industriale, contratto aziendale e prospettive occupazionali, a partire dalla stabilizzazione dei lavoratori somministrati». Ricordiamo che, in base all’accordo sindacale firmato il 31 marzo scorso da Fai Cisl e Uila Uil con la Castelfrigo, i lavoratori somministrati a tempo determinato che abbiano operato presso Castelfrigo nel corso del 2020, giunti al termine della missione avranno diritto di precedenza, fino a esaurimento e con priorità rispetto al personale esterno, in caso di assunzione, anche a tempo determinato, per l’eventuale copertura di vacanze di organico su mansioni coerenti effettuate da parte della cessionaria, ovvero di altra società del gruppo Cremonini. L’impegno a garantire la precedenza nell’assunzione diretta potrà essere assolto, in subordine, anche attraverso lo strumento della somministrazione di lavoro. Attualmente sono circa quaranta i lavoratori somministrati assunti dalla Sapiens Agenzia per il lavoro in staff leasing presso la Castelfrigo.