Un beneficio fiscale per i lavoratori delle imprese reggiane prive di rappresentanti sindacali che ora potranno tassare il premio di risultato aziendale al 10%. E’ stato infatti firmato tra Unindustria Reggio Emilia e le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil un accordo quadro territoriale che potrà consentire alle imprese prive di rappresentanze sindacali interne di applicare il trattamento fiscale agevolato – la c.d. detassazione – ai premi di risultato aziendali collegati a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione.

Cgil Cisl Uil sottolineano come l’accordo sottoscritto affidi alle parti sociali il compito di agevolare l’introduzione di forme di salario variabile legato ai risultati aziendali nelle imprese nelle quali non è presente la rappresentanza sindacale.

“L’accordo declina su base provinciale quanto siglato da Confindustria nazionale e dalle rispettive Segreterie Generali dei sindacati – commenta il presidente di Unindustria Reggio Emilia Mauro Severi – consentendo anche alle imprese prive di rappresentanze sindacali interne di applicare il trattamento fiscale agevolato. Si tratta di un accordo importante perché favorisce la competitività delle imprese e la diffusione di forme di incentivazioni variabili legate ai risultati aziendali.”