I pensionati modenesi di Cgil Cisl Uil si mobilitano contro la legge di Bilancio 2019. Domani – venerdì 28 dicembre – dirigenti e attivisti di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil manifestano davanti alla prefettura di Modena a partire dalle 10. «Continua la vessazione dei pensionati. Con il mancato adeguamento all’inflazione delle pensioni oltre i 1.500 euro mensili lordi, in tre anni prenderanno dalle nostre tasche 2,5 miliardi di euro – denunciano i sindacati confederali dei pensionati – La legge di Bilancio 2019 non solo non rispetta l’impegno assunto dal premier Conte nell’incontro del 10 dicembre con Cgil Cisl Uil, ma con il sistema di perequazione delle pensioni annunciato dal 1° gennaio non dà attuazione alle intese sottoscritte nel 2016 e 2017 per il ripristino dei meccanismi di equità previsti dalla legge 388 del 2000. Ora diciamo basta. Domani faremo sentire anche a Modena la nostra voce per denunciare l’ipocrisia di un governo che – concludono Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp uil – con una mano sembra dare, ma con l’altra certamente toglie».