“Noi Cisl siamo nelle periferie, con i giovani per il lavoro”. È questo il titolo dell’assemblea organizzativa della Cisl Emilia-Romagna in programma lunedì prossimo 10 giugno a Bologna, presso il Relais Bellaria Hotel & Congressi (via Altura 11/bis). Si tratta di un appuntamento che giunge a metà percorso dal congresso, in cui dirigenti e delegati si confrontano sulle strategie future della Cisl. Filippo Pieri, segretario generale Cisl Emilia-Romagna«Un sindacato – sottolinea Filippo Pieri, segretario generale Cisl Emilia-Romagna – che dovrà continuare a essere sempre più fattore di coesione sociale, alternativo alla rottura generazionale tra giovani e anziani, occupati e disoccupati, contrattualizzati e precari. Un sindacato che guardi a una nuova Europa, attenta alle persone e non solo a mercati e capitali, ma che nello stesso tempo si avvicini sempre più ai bisogni delle periferie e, quindi, delle comunità locali, dei giovani, delle famiglie, degli immigrati. Insomma un sindacato che, proseguendo lungo la strada tracciato in questi anni, dovrà costruire un sistema di offerta all’altezza dei tempi, ancora più vicino ai territori, ai deboli, agli ultimi». Così come in Emilia-Romagna, assemblee organizzative territoriali regionali sono in corso in tutta Italia. Questi appuntamenti fanno da apripista alla conferenza organizzativa nazionale della Cisl, che si terrà a Roma dal 9 all’11 luglio.