Ci saranno anche oltre 300 modenesi e reggiani tra i 9 mila delegati di Cgil Cisl Uil che parteciperanno all’assemblea nazionale in programma dopodomani – mercoledì 9 ottobre – al Forum di Assago a Milano. La manifestazione è indetta per chiedere al governo di passare “Dalle parole ai fatti” su lavoro, ambiente, giovani, fisco e pensioni. L’assemblea nazionale è a sostegno della piattaforma unitaria con la quale le tre confederazioni sindacali avanzano le loro proposte e chiedono al governo di continuare nel confronto sulle scelte da prendere per il Paese in vista della manovra finanziaria. Nei prossimi giorni il presidente del Consiglio Giuseppe Conte incontrerà i segretari generali di Cgil Cisl Uil Landini, Furlan e Barbagallo per un tavolo di confronto con le parti sociali, a seguito della presentazione in Consiglio dei Ministri della Nadef (nota di aggiornamento del documento di economia e finanza) e in vista della prossima legge di Bilancio. Già nel mese di settembre Cgil Cisl Uil hanno chiesto un coinvolgimento diretto per presentare i contenuti della piattaforma unitaria. I punti centrali del documento sindacale sono: creazione di lavoro di qualità; investimenti pubblici e privati a partire dalle infrastrutture; politiche fiscali eque; rivalutazione delle pensioni; interventi per valorizzare gli assi strategici per la tenuta sociale del Paese, a partire da welfare, sanità, istruzione, pubblica amministrazione; rinnovo dei contratti pubblici; maggiori risorse per giovani, donne e Mezzogiorno. Cgil Modena, Cisl Emilia Centrale e Uil di Modena-Reggio auspicano che le modalità di confronto e le richieste sindacali possano trovare una risposta nella futura manovra di bilancio. In particolare sperano che i provvedimenti del governo abbiano ricadute positive anche sul nostro territorio e contribuiscano a migliorare le condizioni di vita e lavoro di lavoratori e pensionati. È con questo spirito che i delegati modenesi e reggiani daranno il loro contributo all’assemblea di Assago di mercoledì 9 ottobre.