BONFATTI ALESSANDRO_1

Alessandro Bonfatti (Fim Cisl Emilia Centrale)

Hanno già scioperato otto ore martedì 14 giugno e sono di nuovo in sciopero oggi e domani i 21 lavoratori della Frama Log, la cooperativa che gestisce la logistica della Siti Barbieri & Tarozzi di Formigine. Chiedono di essere assunti dall’azienda committente, dopo che è stato loro comunicato la cessazione dell’appalto al 30 giugno. Le tre giornate di sciopero sono state proclamata dalla rsu Frama Log e dai sindacati Fiom Cgil, Fim Cisl, Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. Oltre alle 24 ore di sciopero è stato indetto il blocco degli straordinari e domani è previsto un presidio davanti ai cancelli della Siti Barbieri &Tarozzi. Nel mese di maggio Frama Log, cooperativa di Granarolo dell’Emilia (Bologna) consorziata del gruppo Chimar di Limidi di Soliera, ha comunicato a lavoratori e sindacati la perdita dell’appalto nel cantiere Siti B&T e il licenziamento collettivo dei lavoratori con decorrenza 30 giugno. Fino a tre anni fa i lavoratori di Frama Log erano dipendenti diretti di Siti B&T. A seguito dell’esternalizzazione con cessione di ramo di azienda, sono tutti stati assunti da Frama Log. «Per un paio da anni tutto è andato bene, poi da un anno e mezzo sono cominciati vari problemi: trasferimenti di cantiere, differenze retributive, ecc. – spiegano i sindacati – Con la cessazione dell’appalto comunicata da Frama Log, ci siamo attivati subito per aprire un tavolo di confronto con le aziende appaltatrici: Consorzio Chimar e Frama Log, a cui si aggiunta la cooperativa G.T.O., altra consorziata di Chimar che, da quanto ci è stato riferito, dovrebbe subentrare a Frama Log. Dal tavolo non sono però emerse quelle garanzie chieste dai lavoratori, stanchi di esser rimpallati da una cooperativa all’altra, di perdere in professionalità e retribuzioni. Per questo chiedono con forza di essere riassunti dalla Siti B&T nelle stesse funzioni di oggi, visto che alcuni di loro lavorano in Siti B&T dal 1989». Dopo il primo sciopero del 14 giugno, ieri si è svolto l’incontro con Siti B&T, che ha però dichiarato di non essere in nessun modo intenzionata a riportare dentro la logistica e riassumere i lavoratori. Per questo sindacati e lavoratori hanno deciso di proseguire con la mobilitazione. L’obiettivo è avere un nuovo confronto con Siti B&T affinché assuma impegni concreti per la risoluzione della vertenza e si faccia carico delle richieste dei lavoratori.