Molestie sul lavoro: a Reggio sindacati-Unindustria insieme per prevenire e contrastare il fenomeno

Cgil Reggio Emilia, Cisl Emilia Centrale e Uil di Modena e Reggio sono impegnate, insieme a Unindustria Reggio Emilia, a diffondere una cultura volta a prevenire e contrastare ogni comportamento che si configuri come molestia o violenza nei luoghi di lavoro. «Ciascuno di noi è oggi chiamato a combattere in ogni modo fenomeni di molestie e violenze – affermano i segretari delle organizzazioni sindacali – Questo livello di attenzione deve essere presente anche sui luoghi di lavoro. Le lavoratrici, i lavoratori e le imprese hanno il d

Il segretario generale della Cisl Emilia Centrale William Ballotta (secondo da destra) insieme ai rappresentanti di Cgil, Uil e Unindustria Reggio Emilia

overe di collaborare al mantenimento di un ambiente di lavoro in cui sia rispettata la dignità di ognuno e siano favorite le relazioni interpersonali, basate su principi di uguaglianza e reciproca correttezza». «Il rispetto della dignità personale – aggiunge il presidente di Unindustria Reggio Emilia Mauro Severi – deve essere un valore fondante di ogni impresa e di tutte le persone che in essa operano. L’azienda non è, infatti, solo luogo di lavoro e crescita economica, ma è un ambiente di condivisione di cultura e principi di civiltà. Per tale ragione occorre impegnarsi nella sensibilizzazione e nel contrasto di questi fenomeni attraverso azioni di prevenzione». La prima iniziativa intrapresa dalle parti sociali sarà favorire la conoscenza all’interno delle imprese di un accordo sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro che declina a livello regionale quanto sottoscritto dalle segreterie nazionali di Cgil Cisl Uil e Confindustria nazionale a gennaio 2016 e che si inserisce all’interno dell’intesa quadro delle parti sociali europee del 2007. Tra le azioni di prevenzione e sensibilizzazione previste c’è la proposta alle imprese di sottoscrivere un format di dichiarazione che sottolinea come le molestie e la violenza sul luogo di lavoro non possano essere tollerate. Verranno, inoltre, attivati tavoli congiunti per monitorare la situazione e valutare azioni future, rivolte in particolare alla prevenzione e al contrasto di tali fenomeni.

2018-04-20T08:50:09+00:00