Lei ha subito la violenza domestica e ne è uscita a testa alta. Ha creato anche “Gloss: donne che scintillano”, un gruppo segreto su Facebook di una quarantina di donne che si aiutano reciprocamente per uscire dal tunnel della violenza dell’uomo. E anche Striscia La Notizia si è interessata della storia di Stefania Pastori, la nota blogger suo malgrado salita alla cronaca per le vicende di violenza di cui è stata oggetto. Giungerà a Reggio grazie all’incontro “Perché, ma perché…? Chiamarlo Amore non si può. Leggi e tutele per l’eliminazione della violenza sulle donne nella nostra società”, in programma per giovedì 26 novembre alle ore 10.00 presso l’Auditorium del Centro Simonazzi, in via Turri 55/A, a Reggio Emilia, organizzato dal Coordinamento Donne Cisl Emilia Centrale.

“Lavoriamo insieme per un mondo più giusto, fatto di dignità e rispetto, nel lavoro come in casa. Eppure ogni giorno leggiamo di donne uccise, una ogni due giorni. Da mariti, fidanzati, spasimanti… Ma anche vittime di rapinatori o di uomini semplicemente violenti, anche per motivi futili. Eppure riteniamo che un nuovo modo di approcciare il tema della violenza sulle donne sia possibile. Occorre partire dalla cultura e dalla condivisione delle informazioni, ecco perché riteniamo utile confrontarci con le persone e informare la cittadinanza su questo” è quanto afferma William Balotta, segretario generale Cisl Emilia Centrale che, tra le sue competenze, ha la delega alla parità di genere. Nella mattinata si potranno seguire gli interventi di Margherita Salvioli Mariani, segretaria generale aggiunta Cisl Emilia Centrale; Roberta Mori, presidente della Commissione Regionale Parità; Roberta Pavarini, presidente della Commissione comunale alla Partecipazione; Federica Anghinolfi, responsabile Servizio sociale integrato – Unione dei comuni della Val d’Enza; Stefania Pastori, blogger, curatrice di Stefipastorigloss; William Balotta, segretario generale Cisl Emilia Centrale.

Scarica il volantino