Sono 49 (19 full time e 30 part time) a Modena e 31 (13 full time e 18 part time) a Reggio Emilia i portalettere che Poste Italiane si accinge ad assumere. Lo rende noto il sindacato Slp Cisl Emilia Centrale, spiegando che sono in fase di registrazione al portale di Poste Italiane attivato per la fase di assunzioni i circa 18 mila portalettere partecipanti su tutto il territorio nazionale. «Possono concorrere a queste assunzioni le persone che abbiano lavorato per Poste Italiane su attività di portalettere e/o addetto allo smistamento con uno o più contratti di lavoro a tempo determinato di durata complessiva almeno pari a nove mesi compresi tra il 1° gennaio 2014 e il 31 gennaio 2019 – spiega il segretario generale della Slp Cisl Emilia Centrale Francesco Balzano – Entro il prossimo 16 ottobre Poste Italiane pubblicherà le graduatorie finali per provincia, che sara

Francesco Balzano, segretario generale Slp Cisl Emilia Centrale

nno utilizzate ai fini dell’avvio dell’iter delle assunzioni sulla base dell’utile posizionamento nelle graduatorie medesime. Anche se c’è ancora tanto da fare per i portalettere, giudichiamo soddisfacente il numero di assunzioni su Modena e Reggio in un comparto che deve affrontare sfide come l’e-commerce. Ricordiamo che il 16 luglio è stato aperto a Bologna l’hub più grande d’Italia, nel quale lavorano 600 persone che smistano 250 mila pacchi al giorno. Per contro – continua Balzano – negli uffici postali modenesi e reggiani registriamo una crescente sofferenza degli impiegati che lavorano agli sportelli, calati di oltre cinquanta unità rispetto al 2018. Sono in difficoltà soprattutto a causa del grosso flusso di pensionamenti per “quota 100”, ma non solo per questo. La carenza di personale comporta continui distacchi e prestazioni straordinarie che stanno facendo aumentare il malessere e lo scontento dei lavoratori. Occorrono serie politiche di inserimento lavorativo allo sportello per far fronte a una clientela, in buona parte anziana, che – conclude il segretario generale della Slp Cisl Emilia Centrale – esige servizi e, talvolta, assistenza accessoria ai prodotti».