È stato firmato il contratto aziendale integrativo del gruppo Progeo, cooperativa che opera nella produzione agricola e zootecnica e che occupa 250 addetti negli stabilimenti di Masone (Reggio Emilia), Sorbara e Ganaceto (Modena), San Vito al Tagliamento (Pordenone) e Granarolo (Bologna). L’accordo, che ha validità dal 2019 al 2022, contiene diversi punti di avanzamento rispetto al precedente ed è in linea con la piattaforma unitaria nazionale per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro delle cooperative di trasformazione alimentare e zootecnica che sarà in discussione nel prossimo autunno. In particolare pone attenzione al tema della violenza di genere estendendo, rispetto ai protocolli e alle normative in materia, il periodo di congedo in favore delle lavoratrici vittime di atti violenti. Inoltre prevede l’incremento dello 0,2% fisso del contributo a carico dell’azienda sulla previdenza complementare, il consolidamento di una quota del premio per obiettivi relativamente al quadriennio 2014-2018, la possibilità di ottenere con nuovi criteri estensivi le anticipazioni sul tfr maturato, l’incremento delle ore a disposizione degli rls (rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza) per lo svolgimento delle loro attività e l’introduzione del coordinamento rls di gruppo. Viene fissato a 8.250 euro il premio per obiettivi (quadriennio 2019-2022) con la possibilità di tassazione agevolata e, infine, il riconoscimento di incrementi retributivi per alcune categorie di lavoratori sulla base della professionalità ed esperienza acquisite nel tempo.