Ragazzo investito treno Modena-Sassuolo

La fermata di Casinalbo della linea ferroviaria Modena-Sassuolo

I sindacati provinciali dei trasporti sono vicini alla famiglia del 15enne investito sabato sera da un treno della linea Modena-Sassuolo. Allo stesso tempo, però, chiedono con urgenza un tavolo sulla sicurezza dell’intera rete ferroviaria regionale. Lo scrivono oggi Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri di Modena, unitamente alle rsa e ai lavoratori occupati sulla linea ferroviaria Modena–Sassuolo, dopo il grave incidente avvenuto sabato 6 febbraio a Casinalbo di Formigine. I sindacati richiamano l’urgenza di un tavolo regionale, come più volte segnalato all’assessore regionale ai Trasporti, per aprire un confronto atto a individuare nuove o diverse modalità di sicurezza ferroviaria per cittadini e lavoratori. «È vero che, anche su nostra sollecitazione, molte misure per migliorare la sicurezza sono state introdotte, ma resta ancora tanto da fare», concludono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri.