Nella serata di mercoledì 4 agosto 2021 dopo una trattativa iniziata nella mattinata, è stata raggiunta con la Rsu e le organizzazioni sindacali di Filctem-Cgil e Femca-Cisl l’intesa per il rinnovo del contratto aziendale in Casalgrande Padana per il triennio 2021-2023.

La riapertura del tavolo della trattativa da parte dell’azienda è avvenuta a seguito dell’iniziativa di sciopero di 8 ore della scorsa settimana che ha visto una grandissima partecipazione delle maestranze al presidio davanti allo stabilimento di Via Pedemontana.

Nell’accordo viene rafforzato il modello di relazioni industriali fondato sul confronto e sulla condivisione tra azienda, Rsu e organizzazioni sindacali.

Oltre a miglioramenti normativi su part-time, permessi aggiuntivi in casi di particolare gravità, ricambio generazionale, ambiente e sicurezza, formazione ed inquadramento, dal punto di vista salariale è stato concordato un Premio di Risultato che riconoscerà al raggiungimento degli obiettivi di produttività e redditività un importo massimo di € 2.240 per il 1° anno, € 2500 per il 2° anno e € 2740 per il 3° anno.

Un ringraziamento – concludono Filctem Cgil e Femca Cisl– va a tutta la RSU ed alle lavoratrici e lavoratori della Casalgrande Padana che, con il loro concreto sostegno, ci hanno permesso di portare a casa un contratto di qualità”.

L’ipotesi di accordo verrà ora sottoposta al voto delle maestranze nelle prossime settimane.