Il Comitato Esecutivo della Cisl Emilia Centrale, riunito a Modena oggi 27 gennaio 2017, oltre a celebrare la Giornata della Memoria, che ci deve permettere di ricordare le molte difficoltà del tempo attuale (migranti, guerre…), esprime forte vicinanza nei confronti delle popolazioni delle regioni di Centro Italia ancora una volta colpite dai tragici eventi sismici di queste ultime settimane, aggravati dalle condizioni atmosferiche avverse.

burst

Il comitato esecutivo Cisl Emilia Centrale

Crediamo non sia certo il momento della polemica, ma della immediata solidarietà collettiva del paese.
A tal riguardo la segreteria UST Cisl Emilia Centrale, in diretto contatto con gli amici delle Cisl dei territori maggiormente colpiti, sta progettando uno specifico intervento di solidarietà.
Risulta importante pertanto evidenziare l’aspetto di tutte quelle persone, tante, che prestano servizio e aiuto, giorno e notte in modo esemplare come i vigili del fuoco, i volontari, a partire da quelli della protezione civile, e tanti altri ancora, dando sostegno e supporto fattivo a queste comunità.
Come Cisl riteniamo ormai imprescindibile la definizione di una legge dedicata alla gestione delle emergenze che nel caso di eventi eccezionali agevoli al massimo le comunità colpite.
Il Comitato Esecutivo UST Cisl Emilia Centrale, rispetto alla attuale situazione nazionale, ritiene necessario riprendere il confronto con il governo per dare piena attuazione, ai risultati raggiunti con l’accordo sulla previdenza del 28 settembre 2016 e per confrontarsi sugli importanti contenuti dello stesso in merito alla così detta “seconda fase”, per raggiungere ulteriori obiettivi concreti in favore dei nostri rappresentati.
Ritiene inoltre oggi indispensabile completare il percorso di definizione degli accordi sul nuovo modello contrattuale con tutte le associazioni datoriali, a partire da Confindustria, contribuendo così fattivamente ad un rilancio del nostro paese basato su crescita qualità e valorizzazione del lavoro.
Proprio in questa direzione il Comitato Esecutivo Cisl Emilia Centrale ritiene oggi fondamentale ripartire dalle politiche attive per il lavoro; inoltre in tema di voucher si richiede un intervento legislativo, frutto di un confronto, che permetta di limitare gli ambiti di utilizzo, escludendo chiaramente i settori agricoli ed edilizia. Così da riportare lo strumento alla sua funzione originaria di regolatore di rapporti di lavoro discontinui e non periodici, altrimenti consegnati alla irregolarità e al sommerso.
Il Comitato Esecutivo ritiene che solo attraverso un coinvolgimento attivo ed una partecipazione responsabile di tutti i soggetti rappresentativi del paese, e sul territorio, si possano costruire le condizioni per una crescita e sviluppo degli stessi.
Pertanto il lavoro convinto della nostra organizzazione verso la definizione di patti sociali a tutti i livelli deve vederci fortemente impegnati.
Dopo il Patto per Modena, il Patto per il lavoro in Emilia-Romagna e alcuni altri patti sul nostro territorio, l’Esecutivo e la Segreteria UST Cisl Emilia Centrale si sentono impegnati a perseguire questo obiettivo politico, a partire dal Patto per Reggio Emilia.
Il Comitato Esecutivo valuta molto rilevante e positiva l’azione riformatrice promossa dalla nostra Confederazione, che in questi mesi ha prodotto risultati concreti per chi rappresentiamo, lavoratori e pensionati.
I diversi contratti nazionali sottoscritti, anche in questi giorni, lo stesso accordo quadro sulla pubblica amministrazione, che dopo anni di blocco della contrattazione sia sul piano economico che normativo, ci potrà finalmente permettere il rilancio della stessa, nel mondo del lavoro pubblico; costituisce un importantissimo risultato, frutto del lavoro congiunto di categoria FP Cisl e Confederazione.
Tutti elementi concreti che confermano il valore della azione congiunta e da protagonista che la Cisl, guidata dalla sua Segretaria Generale Annamaria Furlan, ha ancora una volta saputo mettere in campo.
Ora questi importanti risultati dovranno essere pienamente valorizzati e socializzati; confermando la nostra convinzione che il Sindacato, unitamente a tutti i soggetti interessati, debba essere protagonista del rilancio della coesione sociale, a partire dal lavoro e dalla centralità della persona.
Pertanto il Comitato Esecutivo UST Cisl Emilia Centrale condivide le linee generali di indirizzo strategico per il percorso congressuale 2017, definite dalla Cisl Nazionale, anche convinti degli arricchimenti, che tutti sapremo produrre lungo il percorso democratico.
Per queste ragioni tutte le decisioni assunte dalla Cisl Nazionale, a partire dall’ultima assemblea organizzativa, che rispondono all’esigenza di cambiamento ed a una più forte presenza sul territorio, risultano centrate, il grande coraggio, la coerenza, l’impegno dimostrato dalla nostra Organizzazione, anche con la nascita due anni fa della UST Cisl Emilia Centrale; dimostrano la grande forza e concretezza.
In questo contesto di difficile cambiamento, i comportamenti e le regole a partire dal codice etico che insieme tutti, abbiamo condiviso; devono essere guida coerente per tutto il nostro gruppo dirigente, a tutti i suoi livelli.
In particolare il Comitato Esecutivo UST Cisl Emilia Centrale, sostiene e sosterrà congiuntamente l’operato della nostra Segretaria Generale Annamaria Furlan, in questa azione di cambiamento anche utile a contribuire attivamente ad un nuovo orizzonte di crescita economica, sociale e politica del nostro paese.

Approvato all’unanimità con un’astensione.

Modena, 27/01/2017