Ha aderito il 77% degli agenti (al netto delle assenze e dei lavoratori precettati) allo sciopero della polizia locale di Sassuolo, indetto ieri dai sindacati Cisl Fp e Fp Cgil. «Questo risultato è stato raggiunto soprattutto perché le rivendicazioni sono reali e tangibili – dichiarano Sabrina Torricelli (Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale) e Marco Pontiroli (Fp Cgil Modena) –

Sabrina Torricelli (Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale)

Gli agenti hanno voluto far sentire la loro voce a un’amministrazione comunale che finora non ha accolto nessuna delle loro istanze. I lavoratori chiedono che il proprio lavoro sia tutelato, maggiormente riconosciuto e sostenibile. Le persone vogliono essere in condizione di conciliare lavoro e vita privata. Al momento rimane confermato il blocco degli straordinari fino all’11 marzo, ma non si escludono ulteriori azioni da portare avanti nelle prossime settimane. Nel frattempo speriamo che l’amministrazione comunale di Sassuolo – concludono i sindacalisti di Cisl Fp e Fp Cgil – voglia sottoporci una proposta adeguata a conciliare le politiche sulla sicurezza e le esigenze dei lavoratori».