Sono in corso da eri su Zoom le videoassemblee dei lavoratori delle scuole di Modena e provincia, convocate dai sindacati. «Sono circa 600 le persone collegate finora. Hanno posto molte questioni, segno che c’è voglia di confrontarsi sulle cose che non vanno in questa difficile situazione per la scuola e per il Paese intero – commentano Cisl Scuola Emilia Centrale, Flc Cgil Modena, Uil Scuola Rua Modena, Snals Modena – Tra gli argomenti affrontati c’è la didattica a distanza, l’aumento dei carichi di lavoro, i costi per la strumentazione e per le connessioni a carico dei lavoratori. E poi la preoccupazione per l’esame di maturità: come, con quali protocolli di sicurezza e dpi? E il ritorno a settembre: tempo pieno o no? Il Ministero dell’Istruzione – continuano i sindacati – è in ritardo nel dare risposte e proporre soluzioni per una riapertura in sicurezza per alunni e personale della scuola. Infine è stato affrontato anche il tema dei precari: si chiede di estendere anche a loro il bonus docenti a chi ha fatto la didattica a distanza coi propri mezzi, e la stabilizzazione, attraverso il concorso per servizi e titoli, di chi è precario da almeno tre anni, nonché i concorsi per i neolaureati», concludono Cisl Scuola Emilia Centrale, Flc Cgil Modena, Uil Scuola Rua Modena, Snals Modena.