È confermato lo sciopero di tutto il personale scolastico proclamato per lunedì 8 giugno. L’astensione dal lavoro dura l’intera giornata e riguarda personale docente, educativo, ata e dirigenti scolastici. Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams hanno inviato alla Commissione di Garanzia una nota nella quale, oltre a confermare le motivazioni dello sciopero e la data dell’8 giugno per la sua effettuazione, spiegano le ragioni per le quali, a scuole chiuse, vengono meno a loro parere i motivi alla base dell’obbligo di preavviso di 15 giorni, legati esclusivamente alla necessità di comunicare alle famiglie quali livelli di servizio si preveda di poter erogare, anche sotto il profilo della custodia e vigilanza sui minori. Non essendovi oggi questa esigenza, che sussiste unicamente per la scuola, i sindacati ritengono sufficiente il preavviso di dieci giorni previsto in via generale per i pubblici servizi. Come aderire allo sciopero, considerata la particolare situazione in cui si stanno svolgendo le attività scolastiche, lo spiega una scheda predisposta dalle cinque organizzazioni sindacali. Non essendovi attività in presenza, ogni lavoratore deve comunicare formalmente alla propria scuola, il giorno stesso, la sua decisione di astenersi dal lavoro. I dirigenti scolastici devono comunicare la propria adesione all’Ufficio scolastico regionale. La scheda fornisce anche le indicazioni relative a servizi essenziali e alle modalità previste chi è impegnato in attività di scrutinio.