Sui servizi educativi 0-6 anni del Comune di Modena, Cisl Emilia Centrale e Uil di Modena e Reggio hanno inviato al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli la seguente lettera.

Il segretario generale della Cisl Emilia Centrale William Ballotta

Oggetto: manifestazione di disponibilità

In risposta alla Vostra comunicazione, le scriventi organizzazioni sindacali confederali esprimono rammarico per il mancato accordo con le nostre categorie della funzione pubblica sulla prosecuzione estiva delle attività educative/ricreative nelle scuole dell’infanzia da Voi gestite.

Il nostro rammarico è particolarmente forte per due motivi:
1) il mancato accordo coinvolge un ente locale – il Comune di Modena – con il quale abbiamo proficue relazioni consolidate nel tempo;
2) crediamo sia molto importante dare risposta alle esigenze educative e di socialità dei bambini e delle famiglie modenesi, tanto più in questo periodo in cui stiamo tutti faticosamente cercando di ripartire dopo l’emergenza sanitaria che ha provocato una crisi sociale ed economica senza precedenti.

Per questo avremmo voluto che fossero costruite tutte le condizioni necessarie per favorire l’ulteriore sviluppo di un sistema educativo integrato pubblico-privato sociale che, a nostro avviso, rappresenta una ricchezza per la comunità e il territorio, sia in termini di qualità che di pluralità dei servizi erogati.

Pur dovendo registrare che le premesse per arrivare a queste condizioni purtroppo oggi non ci sono, ma volendo ricucire una rottura dagli esiti potenzialmente dirompenti, con la presente siamo a ribadirVi la nostra disponibilità a un chiarimento e confronto sul modello di relazioni sindacali che abbiamo costruito nel tempo e della cui validità restiamo pienamente convinti.

William Ballotta, segretario generale Cisl Emilia Centrale
Luigi Tollari, segretario generale Uil Modena e Reggio Emilia