È stato approvato all’unanimità dai lavoratori l’accordo per il rinnovo del contratto integrativo 2019-20-21 alla Smurfit Kappa di Camposanto, azienda con circa 160 dipendenti che fa parte della multinazionale specializzata nella produzione di packaging in cartone ondulato. «Siamo soddisfatti del risultato raggiunto, apprezzato anche dalle rsu e dai lavoratori – affermano Edmund Agbettor (Fistel Cisl Emilia-Romagna) e Fernando Siena (Slc Cgil Modena) – L’accordo conferma e incrementa molti dei diritti acquisiti, in particolare il premio di pro

Edmund Agbettor (Fistel Cisl Emilia-Romagna)

duttività per andare incontro alle richieste dei lavoratori e portarlo così nella media dei premi di produttività del territorio modenese». Infatti il premio di produzione passa da un target di 900 euro degli anni precedenti (2016-18) a un target di 1.600 euro annui (con un massimale fino a 2.100 euro), in base a criteri di redditività, produttività e qualità. In aggiunta al premio, è stato incrementato da 70 a 120 euro il bonus welfare per visite specialistiche dei dipendenti, includendo anche esami del sangue, cure odontoiatriche, cicli di terapia e riabilitazione sia per il dipendente che per i familiari. Inoltre l’azienda riconosce un bonus di 120 euro annui per l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico locale, regionale e interregionale per i figli dei dipendenti. Confermato anche il bonus per le spese di istruzione dei figli – pari a 120 euro – e per l’assistenza a familiari anziani o non autosufficienti (altri 120 euro). Viene confermata l’attività di formazione erogata ai dipendenti in materia di molestie nei luoghi di lavoro. Sull’orario di lavoro del personale impiegatizio, si sono concordate flessibilità su ingresso e uscita per meglio conciliare i tempi di vita e lavoro. È stata definita la gestione del calendario ferie tra rsu/lavoratori e azienda. È prevista, infine, la comunicazione da parte aziendale con un mese di anticipo dello scadere del periodo di comporto per assenza per malattia.