Un bonus di 800 euro per tutte le donne che sono diventate mamme nel 2017 o che hanno completato il settimo mese di gravidanza. È quanto prevede il cosiddetto “Bonus mamma domani” che eroga un sostegno economico anche alle donne che, sempre nel 2017, hanno adottato un minore o hanno ricevuto un affidamento preadottivo.

“Una misura che attendavamo fiduciosi – spiega Rosamaria Papaleo, segretaria della Cisl Emilia Centrale con delega alle politiche di genere – nonostante ci fossero stati una serie di ritardi dovuti alla messa a punto della piattaforma dell’Inps. Ora, da giovedì 4 maggio, anche presso i nostri patronati Cisl sul territorio sarà possibile richiedere all’Istituto di previdenza il bonus previsto che sarà erogato in un’unica soluzione”.

“Il bonus – aggiunge la segretaria –  non è legato a nessun vincolo di reddito. Tutte le future mamme o le neo mamme del 2017 possono farne richiesta. Come? O rivolgendosi al patronato o accedendo con il Pin dispositivo dell’Inps al sito web dell’Istituto di previdenza o chiamando il loro numero verde”. Le categorie che hanno diritto al bonus sono: le donne che sono entrate nel 8° mese  o che hanno avuto un figlio dal 1 gennaio 2017 in avanti; coloro che hanno adottato un minore nell’anno in corso o a cui è stato dato l’affidamento preadottivo.

“Per presentare le domande o avere informazioni più approfondite – conclude la Papaleo – è possibile rivolgersi ai nostri uffici Inas o della Cisl sul territorio”.