Si parla di solidarietà internazionale e locale lunedì prossimo 5 giugno a Modena in un incontro promosso dalla Cisl Emilia Centrale e da Iscos Emilia-Romagna (ente Cisl per la cooperazione internazionale). All’iniziativa, che si svolge alle 10 a palazzo Europa (sala C), vengono presentate le esperienze del Consorcio Alpaquero Perù Export e della cooperativa sociale modenese CoopAttiva. È finanziato da Modena, infatti, un progetto che promuove l’imprenditorialità e lo sviluppo autosostenibile degli alpaqueros, i contadini del Perù che allevano l’alpaca. Si tratta del mammifero della famiglia dei camelidi, dall’aspetto simile a una pecora, addomesticato e allevato soprattutto per utilizzarne la lana. La Cisl Emilia Centrale e la Femca Cisl Emilia-Romagna sono tra i finanziatori del progetto Perù Export attivato da Iscos insieme al Consorcio Alpaquero Perù Export, formato da associazioni e cooperative peruviane. Grazie al sostegno modenese, è stata avviata la commercializzazione ed esportazione diretta dei prodotti di fibra degli alpaca ad aziende tessili italiane. Questa esperienza di cooperazione internazionale, sostenuta dalla Cisl, sarà raccontata dagli stessi beneficiari, tra i quali rappresentanti degli alpaqueros, del Ministero dell’Agricoltura del Perù e del Lanificio Fratelli Piacenza di Biella. La storia di CoopAttiva, cooperativa sociale onlus modenese nata nel 1984, viene presentata dal responsabile commerciale Giorgio Sgarbi. Al convegno, che sarà aperto dal segretario generale aggiunto Cisl Emilia Centrale Margherita Salvioli Mariani e concluso dal segretario generale William Ballotta, intervengono anche il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e l’assessore alla Cooperazione internazionale Andrea Bosi.