L’hanno chiamata “Sottobraccio a spasso per la città” la camminata per le vie del centro storico di Modena promossa lunedì prossimo 16 ottobre dai sindacati pensionati di Cgil Cisl e Uil e dal gruppo Caritas della parrocchia di Sant’Antonio di Padova (piazza Cittadella), insieme a una ventina di profughi ospitati presso la parrocchia stessa, studenti e insegnanti del liceo Muratori-San Carlo. Si tratta di un’iniziativa che unisce giovani, adulti, pensionati e immigrati, per permettere a ciascuno di far conoscere la propria storia e cultura, per presentare Modena e suoi luoghi più caratteristici e ascoltare, allo stesso tempo, i racconti di chi ha dovuto lasciare le proprie città. L’appuntamento è alle ore 15.30 in piazza Cittadella, per incamminarsi poi nei luoghi del centro storico modenese che saranno illustrati e commentati dalle insegnanti del liceo Bianca Cavazzuti, Patrizia Paradisi, Silvia Macchioro e Chiara Ciaravello. «È un modo per stare insieme, per parlare di Modena e per conoscerla – dicono i promotori dell’iniziativa che gode del patrocinio del Comune – Parlare dell’esperienza di chi è nato e cresciuto in questa città e di chi ci è arrivato. Condivisione, rispetto, dialogo e conoscenza devono essere alla base della convivenza civile e parte della nostra identità, indipendentemente dall’età nazionalità».